Un gruppo di ricercatori dell'Instituto de Astrofísica de Canarias (IAC) ha chiarito un mistero del 2018 nel campo dell'astrofisica extragalattica che aveva sconvolto gli scienziati: la presunta esistenza di una galassia senza materia oscura. Ma com’è possibile? Vediamo insieme come gli scienziati abbiamo risolto il mistero della galassia senza materia oscura.

Perché la notizia fu uno choc. Per comprendere perché la notizia risulta sconvolgente dobbiamo fare un passo indietro. Le galassie prive di materia oscura sono impossibili da comprendere nel quadro dell'attuale teoria della formazione delle galassie, perché il ruolo della materia oscura è fondamentale nel causare il collasso del gas per formare le stelle, questo spiega perché la scoperta di una galassia senza materia oscura aveva sorpreso la scienza nel 2018.

Ma quindi com’è possibile? Per comprendere meglio i misteri di questa galassia, NGC1052-DF2, gli scienziati, perplessi per il fatto che i parametri che dipendevano dalla distanza della galassia erano anomali, hanno deciso di rivedere i dati disponibili e per farlo hanno sfrutto cinque diversi metodi che servono proprio per stimare le distanze di un oggetto. Così facendo hanno scoperto che la galassia in questione era decisamente più vicina del previsto. E questo cosa implica? Il precedente articolo posizionava la galassia misteriosa a 64 milioni di anni luce da noi, ma i nuovi calcoli la inseriscono a 42 milioni di anni luce dalla Terra. Considerato questo, i precedenti parametri ‘anomali’ diventano ‘normali’ e sono in linea con quelli di altre galassie con caratteristiche simili.

E quindi dov’è la materia oscura? Passiamo così alla soluzione del mistero. Dato che la galassia è nettamente più vicina, la massa totale è di circa la metà rispetto a quanto precedentemente stimato, ma la massa delle sue stelle è di circa un quarto rispetto ai dati del 2018: questo implica una parte significativa della massa deve essere costituita da materia oscura. Insomma, la galassia senza materia oscura non sarebbe un caso scientifico, ma un errore di calcolo. La galassia esiste, è più vicina e ha materia oscura. Mistero risolto.

Il nuovo studio, intitolato "A distance of 13 Mpc resolves the claimed anomalies of the galaxy lacking dark matter", è stato pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.