Un rinoceronte nero è appena nato nel Taronga Western Plains Zoo portando a due il numero dei cuccioli venuti al mondo quest'anno: la splendida notizia sottolinea i successi del programma di ripopolamento del parco australiano che in queste ore ha pubblicato le immagini della new entry.

Chi è il cucciolo appena nato. Anche non ha un nome, ma è già una star: il cucciolo di rinoceronte nero è nato lo scorso 31 ottobre, pesa quasi 40 chili ed è figlio di mamma Bakhita e papà Kwanzaa che lo aspettavano ormai da 15 mesi (tempo di gestazione di un rinoceronte nero) dopo un parto piuttosto sereno e rapido. Bakhita è ormai una madre esperta ed è anche molto protettiva, raccontano i responsabili dello zoo, ma è ben disposta nei confronti del personale della struttura: permette infatti agli addetti ai lavori e al cucciolo di interagire attravero una recizione che permette il passaggio del piccolo da una zona ad un'altra più piccola in cui Bakhita non riesce ad entrare. È importante che il cucciolo possa imparare a fidarsi degli esseri umani che si prenderanno cura di lui per il resto della sua vita.

Piccoli passi, si cresce. Il cucciolo, oltre ad essere un grande appassionato del latte materno, ha già galoppato in gioro per il parco e ha iniziato ad allontanarsi, anche solo di poso, dalla mamma. Ha già iniziato a sperimentare il cibo solido copiando la mamma, a entrerà davvero a far parte della sua dieta quando avrà compiuto i tre mesi. Quanto ai corni, visto che i rinoceronti nascono senza, inizieranno a crescere presto: circa mezzo centimetro/ un centimetro al mese.

Chi sono i rinoceronti neri? Il vero nome del rinoceronte nero è Diceros bicornis, è un mammifero perissodattilo della famiglia Rhinocerotidae, ed è nativo dell'Angola, Kenia, Mozambibo, Namibia, Sudafrica, Tanzania e Zimbabwe. Attualmente è gravemente a rischio estinzione: il numero di esemplari è infatti passato da 850.000 nel XX secondo a poco più di 4.000 oggi: la causa? L'essere umano con la caccia illegale e la distruzione degli habitat. Il rinoceronte nero è chiamato così ma in realtà è grigio e viene chiamato così per essere distinto da quello bianco.

Com'è fatto. L'erbivoro di grossa taglia è alto tra 140 e 180 centimetri al garrese e lungo 3,3/3,6 metri per un peso che varia dagli 800 ai 1400 chili. Il suo cibo preferito sono i germogli e il fogliamo, è un animale solitario che vive con altri esemplari durante il periodo dell'accoppiamento. Quanto al comportamento, si dice che sia l'animale più pericoloso d'Africa, in effetti tende ad aggredire quando si sente in difficoltà e a peggiorare la situazione ci si mette la sua pessima vista che lo porta ad attaccare ciò che non riconosce come familiare.

[Foto di Taronga Western Plains Zoo]