Questo bambino è stato operato a 6 mesi, ora ha 2 anni e vede grazie al cristallino rigenerato dalle cellule staminali
in foto: Questo bambino è stato operato a 6 mesi, ora ha 2 anni e vede grazie al cristallino rigenerato dalle cellule staminali

Nel giro di poche ore, dalla Cina agli Stati Uniti, passando per il Giappone si sono diffuse alcune notizie riguardanti le nuove possibilità offerte alle persone che hanno perso, o che rischiano di perdere, la vista. Qualche giorno fa vi avevamo raccontato della creazione in laboratorio dei tessuti oculari utilizzati per ridare la vista ad un coniglio, così come vi abbiamo dato notizia del trapianto di cornea di maiale bio-ingegnerizzata effettuato in Cina e che ha ridato la vista ad un 14enne rimasto ferito in seguito ai festeggiamenti per il Capodanno Cinese.

Ma non è tutto. I ricercatori dell'università di San Diego, con la collaborazione di quelli della Sun Yat-sen University, hanno dichiarato di essere riusciti a rigenerare la funzione del cristallino in un gruppo di pazienti grazie alle cellule staminali naturalmente presenti negli occhi.

Come spiegano gli stessi ricercatori, che su Nature hanno pubblicato lo studio intitolato “Lens regeneration using endogenous stem cells with gain of visual function”, queste cellule staminali sono già presenti negli nostri occhi e, in seguito alla rimozione chirurgia della cataratta, hanno permesso alle cellule staminali del cristallino di dar vita ad un nuovo cristallino nel giro di 3 mesi.

Per giungere a queste conclusioni hanno rimosso chirurgicamente la cataratta ad un gruppo di neonati (12), oggi cresciuti e vedenti, attraverso una procedura chirurgica che riduce al minimo il danno alla capsula che avvolge il cristallino e che preserva quindi le cellule staminali stesse che hanno a loro volta rigenerato il cristallino permettendo ai pazienti di vedere perfettamente, così come di mettere a fuoco a distanze variabili.

[Foto di Sun Yat-sen University]

La procedura standard in questi casi prevede invece la rimozione e la sostituzione del cristallino con uno artificiale. Ma è valida solo per gli adulti, mentre non è adatta ai bambini in cui l'occhio continua a crescere rendendo difficile l'impianto.

[Foto copertina di Dr. Kang Zhang e Dr. Yizhi Liu]