Due cuccioli di tigre bianca, Osman e Halime, sono stati trasferiti nella loro nuova casa nel Nicaragua National Zoo dove ad aspettargli ci sono altri esemplari rari di grandi felini. I due piccoli infatti appartengono ad una specie molto rara. Vediamo insieme cosa c’è da sapere su questi due cuccioloni di tigre bianca.

Osman e Halime, chi sono. I fratelli Osman e Haline sono due cuccioli di tigre bianca di cinque mesi e sono gli unici della loro specie in America Centrale. Sono stati donati da uno zoo messicano, dove si trovano i loro genitori, e rappresentano la terza generazione di tigri nate in cattività in questo paese.

Cosa dobbiamo sapere sulle tigri bianche. Le tigri bianche, così come i leoni bianchi, sono animali estremamente rari, di loro se ne contano poche centinaia di esemplari in tutto il mondo, e il loro aspetto è così a causa di un gene recessivo, che non centra nulla con l’albinismo, la condizione per cui la produzione di melanina è inibita. La tigre bianca è la tigre reale del Bengala ed ha questi colori a causa della mancanza di un pigmento, la Feomelanina, che dà il colore arancione al pelo. Non si tratta di una sottospecie di tigre, così come non è albina, come già detto, ma è proprio una variante rara della tigre del Bengala. Gli esemplari appartenenti a questa specie sono lunghi tra i 2,4 e i 3,1 metri, per quanto riguarda i maschi, e tra i 2,1 e i 2,6 metri, per quanto riguarda le femmine. I primi pesano tra i 190 e i 260 chili, mentre le seconde circa 160 chili.

Addio al loro habitat. Purtroppo l’habitat di questi spettacolari animali è sempre più compromesso dall’essere umano, quindi ad oggi è difficile trovarne in natura. Si conta che nel 1900 gli esemplari di tigre bianca in natura erano 100.000, adesso ne restano solo 3.900. Si tratta dunque di una specie a rischio estinzione. Ed è solo colpa nostra.