12 Ottobre 2021
18:51

Queste posizioni sessuali rischiano di farti finire in ospedale

Secondo uno studio di un team di urologi in Brasile, alcune posizioni sessuali sono più pericolose e hanno una più alta probabilità di causare la frattura del pene.
A cura di Valeria Aiello

Un famoso medico su TikTok, il dottor Karan Raj, noto per le sue clip da decine di milioni di visualizzazioni, ha spiegato quali possono essere le posizioni sessuali più pericolose durante un rapporto, in termini di maggiori probabilità di far finire in ospedale chi le pratica. “C’è una posizione sessuale più pericolosa secondo la scienza, che è la causa del 50 percento delle fratture del pene” dice il dottor Raj.

Lo studio al quale sembra riferirsi è “Meccanismi che predispongono alla frattura del pene e risultati a lungo termine sulle funzioni erettili e di minzione”, un’analisi pubblicata su Advances in Urology da un team di ricerca dell’Università di Campinas, in Brasile, che ha determinato quali sono le posizioni sessuali potenzialmente più rischiose per un uomo.

Lo studio ha rilevato che, tra le fratture del pene, i rapporti eterosessuali sono la causa più comune (66,7% delle fratture osservate), seguiti dalla masturbazione (14,3%) e dai rapporti omossessuali (9,5%). I dati mostrano come tra coloro che hanno riportato la frattura del pene in un rapporto eterosessuale, il 50% dei casi si sia verificato mentre la donna era sopra. “È questa la posizione sessuale potenzialmente più rischiosa in relazione alla frattura del pene” osservano gli autori dello studio, che ha preso in esame tutti i casi di sospetta frattura del pene che si sono presentati in tre ospedali responsabili della maggior parte delle emergenze chirurgiche dell’area metropolitana di Campinas, tra il 2000 e il 2013. Complessivamente sono stati presi valutati 44 casi, di cui 42 hanno avuto conferma clinica, radiologica e chirurgica della condizione.

Secondo i ricercatori, potrebbe esserci una ragione per cui la “donna sopra” è la posizione più frequentemente associata alla frattura del pene. “La nostra ipotesi è che quando la donna è sopra, di solito controlla il movimento con tutto il peso corporeo sul pene eretto, non riuscendo a fermarsi quando il pene subisce una penetrazione errata, perché il danno è solitamente minore nella donna ma maggiore nel pene. Al contrario, quando l’uomo controlla il movimento, ci sono maggiori possibilità di fermare la forza di penetrazione in risposta al dolore legato al danno del pene, minimizzandolo” dicono gli studiosi.

La seconda posizione più pericolosa, con il 28% dei casi, è stata la pecorina. Il 21,4% dei pazienti ha riportato di essere sopra al momento della lesione e quasi tutti (92,9%) hanno riferito di aver fatto sesso vaginale al momento della lesione. Il 7% ha invece riportato di aver avuto rapporti anali. Nei rapporti omossessuali, la metà dei pazienti ha riportato che il partner era sopra e la metà che stavano facendo alla pecorina.

È anche importante sottolineare che una parte dei pazienti non ha fornito dettagli sulle circostanze coinvolte nella frattura del pene, con il 9,5% che ha scelto di non chiarire le cause della lesione – precisano gli studiosi – . Le informazioni sui fattori legati alla frattura del pene sono sempre ottenute dalla storia che i pazienti raccontano ai loro medici. Data l'intimità e i tabù della vita sessuale dei pazienti, mentre una parte ha preferito omettere i dettagli, molti pazienti potrebbero essere stati imprecisi sulla vera verità”.

Quante città in Italia rischiano di finire sott’acqua per l’innalzamento dei mari
Quante città in Italia rischiano di finire sott’acqua per l’innalzamento dei mari
Quando finirà la fase pandemica della pandemia di Covid
Quando finirà la fase pandemica della pandemia di Covid
I giovani con Covid rischiano meno danni ai polmoni degli adulti
I giovani con Covid rischiano meno danni ai polmoni degli adulti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni