Forse stanchi delle chiacchiere da bar, gli scienziati della University of California, Irvine, in collaborazione con il Carnegie Institution for Science, hanno pubblicato uno studio che dimostra scientificamente la bufala delle scie chimiche, quella cioè che sostiene che governi o aziende private stiano “spruzzando” sostanze chimiche nel cielo attraverso gli aerei per motivi che variano a seconda del complotto preferito. La ricerca, intitolata “Quantifying expert consensus against the existence of a secret, large-scale atmospheric spraying program”, è stata pubblicata su Environmental Research Letters.

I ricercatori sostengono dunque che le tanto temute “scie chimiche” siano in realtà, come facile intuire, vapore acqueo che si condensa e congela intorno ai gas di scarico dell'aeromobile. Una semplice reazione chimica che nulla avrebbe di pericoloso per la nostra salute. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno mostrato quattro distinte fotografie di “scie chimiche” a 77 scienziati, alcuni chimici atmosferici specializzati in scie di condensazione (il vero nome delle scie chimiche) e alcuni invece geochimici esperti di deposizione atmosferica di polveri ed inquinamento.

Tra questi, 76 hanno dichiarano che non ci sono prove scientifiche che possano dimostrare la teoria del complotto delle scie chimiche. Il 77esimo scienziato invece ha confermato la presenza di alti livelli di bario nell'atmosfera in un'area remota in cui i livelli di questo elemento chimico nel suolo generalmente sono più bassi. Detto questo, le quantità riscontrate non sono comunque dannose.

Quanto alle scie in aumento in questi ultimi anni, i ricercatori hanno una spiegazione che, ancora una volta, pare più plausibile del complotto: ci sono più scie perché il numero di voli aerei è aumentato.

Forse questo studio non modificherà il pensiero di chi crede che qualcuno ci stia avvelenando dall'alto, però, come sostengono i ricercatori, era necessario produrre un'evidenza che potesse tranquillizzare le persone e che avesse una base scientifica, visto che la teoria della scie chimiche non è mai stata dimostrata.