È ufficiale, secondo i ricercatori italiani i PFAS interferiscono con la normale attività del testosterone riducendo la lunghezza dell'asta del pene, le dimensioni dei testicoli, la qualità dello sperma e quindi in generale aumentano il rischio di infertilità. Ma come sono arrivati a questa conclusione? E cosa sono i PFAS e dove si trovano.

PFAS e testosterone. I ricercatori italiani dell'unità operativa complessa di Andrologia e Medicina della Riproduzione dell'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova sono partiti dall'attenzione scientifica rivolta negli ultimi anni ai composti perfluoroalchilici (PFAS) particolarmente presenti nella nostra vita quotidiana e si sono chiesti quali effetti potessero avere realmente sulla salute riproduttiva degli esseri umani.

PFAS e danni agli uomini. Per avere una risposta, gli esperti hanno chiesto la collaborazione di un gruppo di giovani veneti, 212, che vivono in una delle quattro aree più inquinate al mondo da PFAS, e 171 non esposti, come gruppo di controllo. Per ogni partecipante sono stati raccolti dati antropometrici utili a misurare le condizioni di salute dello sperma e l'attività dell'ormone sessuale, il testosterone. Le informazioni hanno portato alla conclusione che nei giovani veneti ci son concentrazioni di PFAS tali nel sangue e nel liquido seminale tali da portare ad una ridotta qualità dello sperma, del volume testicolare, della lunghezza del pene e della distanza urogenitale. Insomma, come affermano gli stessi scienziati “Questo studio documenta che i PFAS hanno un impatto sostanziale sulla salute umana poiché interferiscono con i percorsi ormonali, portando potenzialmente alla sterilità maschile”.

Cosa sono i PFAS. I PFAS sono composti perfluoroalchilici che si trovano nei prodotti industriali e che sono utilizzati per le loro capacità: impermeabilità ad acqua e grassi, elevata stabilità termica, resistenza al fuoco, capacità lubrificanti. Tutte queste caratteristiche rendono i PFAS composti altamente inquinanti perché restano nell'ambiente dove perdurano per molto tempo. Si trovano nella carta, nei cartoni ad uso alimentare, nei rivestimenti delle padelle, nell'abbigliamento tecnico.

PFAS e sistema endocrino. Già i passato alcuni studi hanno dimostrato la capacità di PFAS di interferire con il normale funzionamento del sistema endocrino e nel regolare rilascio ormonale.