An engineer from CNRS (French Reseach In

Aveva perso il naso, divorato da un cancro alla pelle poi sconfitto. Ora, un team di medici dell’University College di Londra ha avviato un miracoloso trattamento per farglielo ricrescere naturalmente, utilizzando le cellule staminali impiantate nella pelle dell’avambraccio. Il naso è quasi pronto ed è identico all’originale, lieve asimmetria a sinistra inclusa. Ma il paziente, un imprenditore di 56 anni, ha chiesto di farselo trapiantare così com’è, senza modifiche. Se tutto andrà bene, presto il nuovo naso sarà trasferito dalla sua sede di “coltura provvisoria” sul braccio alla sede naturale sulla faccia del paziente, che dovrebbe tornare a usarlo normalmente recuperando anche il senso dell’olfatto. Uno straordinario risultato che mostra come le terapie con cellule staminali stiano ormai entrando nella vita di ogni giorno.

Come far ricrescere un naso in laboratorio – Gli scienziati dell’UCL diretti da Alex Seifalian hanno cominciato il trattamento realizzando un modello in vetro del naso originale, che hanno poi rivestito di un materiale sintetico a nido d’ape all’interno del quale immettere poi le cellule staminali. Rimosso il modello in vetro, la struttura risultante è stata inserita in un bio-reattore, un contenitore in rotazione riempito di sostanze nutrienti per favorire lo sviluppo delle staminali. Nel frattempo, nel braccio del paziente è stata fatta crescere una sorta di palla appena sotto la superficie, della grandezza giusta per ospitare il naso cresciuto in laboratorio. A questo punto è stato effettuato l’impianto: la palla di epidermide è stata rimossa dal braccio e sostituita con il nuovo naso di cui, due mesi fa, esisteva solo la cartilagine. Ora invece il naso ha attecchito venendo rifornito con vasi sanguigni e nervi cresciuti naturalmente, mentre la pelle del paziente lo ha gradualmente rivestito. Tra tre mesi al massimo, il naso sarà pronto per essere espiantato dall’avambraccio e inserito nella cavità naturale sul viso dell’uomo, che potrà così tornare alla normalità come se nulla fosse successo.

Growing Body Parts

Prossimo passo: una faccia nuova – Operazioni simili sono già state coronate dal successo in passato: nel 2001 a una paziente nigeriana fu restituito il naso, in Scozia, attraverso la sua ricostruzione con cartilagine presa da altre parti del corpo e rivestita di epidermide dopo una breve fase di crescita sottopelle. E nel 2009 un simile risultato è stato realizzato negli Stati Uniti. Questa è la prima volta che il naso viene fatto ricrescere in laboratorio partendo da zero attraverso le cellule staminali, che possono differenziarsi in qualsiasi tipo di cellula del nostro corpo. Un esperimento rimasto famoso, ma fallito, fu quello di far crescere un orecchio sul corpo di un topo da laboratorio. Si era negli anni ’90 e nel frattempo sono stati fatti enormi passi avanti. Il professor Alex Seifalian assicura che presto sarà possibile far crescere un’intera faccia in laboratorio. La prospettiva è di poter restituire a tutte le persone rimaste menomate in incidenti d’auto o di guerra le parti del corpo che hanno perso.