Le uova degli uccelli hanno forme e dimensioni diverse: come mai? Il motivo è legato alle capacità di volo degli animali e alle loro necessità di vita quotidiana. A darci questa notizia, che svela un mistero lungo 360 milioni di anni, sono i ricercatori dell'Harvard John A. Paulson School of Engineering and Applied Sciences che su Science hanno pubblicato lo studio intitolato “Avian egg shape: Form, function, and evolution”.

Lo studio. Il team internazionale di ricercatori ha applicato un metodo matematico per analizzare la forma di 50.000 uova di 1.400 specie differenti di uccelli rappresentanti il 14% di tutte le specie in 35 ordini, compresi due estinti. “Il nostro studio ha scelto di applicare un approccio che mira a comprendere la forma delle uova rispondendo a tre domande: come quantificare la forma dell'uovo e fornire una base per il confronto tra le forme delle varie specie, quali sono i meccanismi biofisici che determinano la forma delle uova e quali sono le implicazioni della forma delle uova all'interno di un ambiente evolutivo ed ecologico” spiegano i ricercatori.

I risultati. Dai dati raccolti è emerso che la forma delle uova varia a seconda delle proprietà della membrana, e non del guscio come si poteva pensare, inoltre sembrerebbe esserci una stretta correlazione tra le specie di uccelli che hanno uova dalla forma ellittica e asimmetrica. I ricercatori sostengono infatti che ad avere uova meno regolari siano gli uccelli che hanno importanti abilitià di volo. Ma come è possibile?

Uova e volo. Gli uccelli che hanno grandi abilità di volo, hanno anche un corpo snello e longilineo: per ottimizzare il rapporto tra il volume dell'uovo e la sua larghezza, l'evoluzione ha reso le uova più strette, asimmetriche ed ellittiche. Per questo un albatro e un colibrì, pur essendo molto differenti tra loro, ma simili per abilità di volo, hanno uova che si somigliano nella forma. “Dal nostro studio emerge che le differenze di forma e dimensione delle uova di uccelli non è casuale, ma è influenzata da differenze ecologiche, tra cui anche la quantità di calcio presente nella dieta”. Insomma, ci sono voluti milioni e milioni di anni, ma adesso sappiamo perché uova hanno tante forme e dimensioni.

[Foto copertina di annca]