Il cielo notturno di New York illuminato a giorno da una luce azzurra fosforescente ha portato molti residenti della città a credere di essere i protagonisti della prima invasione aliena della storia a noi nota, ma la scienza ha una spiegazione molto più realistica, e forse meno entusiasmante, che ci svela cosa sia successo.

Colpa di una centrale elettrica. La vera causa dell’illuminazione spettacolare del cielo di New York è l’esplosione di una centrale elettrica poco dopo le 21, ora locale, del 27 dicembre 2018. Subito dopo l’esplosione, il cielo notturno si è illuminato a giorno spaventando, comprensibilmente, gli abitanti del Queens che si sono immediatamente precipitati online per capire cosa stesse succedendo.

Sono arrivati gli alieni. Le fotografie pubblicate online sono molto suggestive ed effettivamente ricordano le immagini dei film di fantascienza che raccontano l’invasione aliena. Purtroppo, o per fortuna, nulla di cinematografico è accaduto a New York.

L’esplosione. Come riportato dalle autorità locali, che hanno immediatamente avvertito i residenti chiedendo loro di tenersi lontani dall’area tra la parte est di Astoria Est e il nord del Queens, la causa del colore del cielo è da ricercarcsi nell’esplosione di un trasformatore. Il tweet del NYPD 114th Precinct spiega infatti che “l'esplosione del trasformatore è stata determinata da un malfunzionamento non sospetto delle apparecchiature. Si prega di continuare a evitare l'area per mantenere il traffico libero. Grazie”. L’incidente non ha provocato feriti o incendi ed è stato messo sotto controllo nel giro di un’ora.

Perché il cielo si è colorato. Un portavoce della Con Edison, Bob McGee, ha dichiarato: "Ciò che la gente ha visto era un arco elettrico. L'arco elettrico di quella magnitudine è simile all'effetto fulmine/tuono. Il suono udito dalle persone era dunque l'arco che colpiva il suolo". L'arco elettrico è quindi una scarica elettrica accompagnata da una emissione luminosa molto intensa che si manifesta tra le estremità sufficientemente accostate di due elettrodi che vengono immersi in un aeriforme (gas o vapore) e tra i quali si mantiene una tensione elettrica. L'effetto visivo è un un arco luminoso che collega le estremità degli elettrodi ed è accompagnato da un forte sviluppo di calore.

Sarà per la prossima. Insomma, si è trattato di un banale incidente, per adesso gli alieni non sembrano ancora interessati ad invaderci: ci restano da guardare comunque immagini meravigliose e suggestive.