Il comportamento dei nostri cani è influenzato dall'ossitocina che li rende più o meno suscettibili ad un nostro sorriso o una faccia arrabbiata. La notizia arriva dai ricercatori della University of Helsinki che sulla rivista Frontiers in Psychology hanno pubblicato lo studio intitolato “Nasal Oxytocin Treatment Biases Dogs’ Visual Attention and Emotional Response toward Positive Human Facial Expressions” attraverso il quale ci spiegano come mai un sorriso sia in grado di influenzare il comportamento del nostro cane.

Lo studio. Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno analizzato 43 cani ai quali sono state mostrate immagini di persone sorridenti e arrabbiate sullo schermo di un computer. I ricercatori hanno registrato le variazioni di comportamento in base alle quantità di ossitocina nel corpo degli animali, somministrata ad hoc come parte del test. Quando parliamo di comportamento ci riferiamo in realtà allo spostamento dello sguardo dei cani sulle immagini e alla dilatazione delle pupille in corrispondenza di queste.

Comportamento canino. I ricercatori ci spiegano che i cani tendenzialmente sono attratti da ciò che potrebbe risultare pericoloso per la loro incolumità, nei soggetti a cui è stata somministrata ossitocina però l'attenzione era rivolta verso gli schermi su cui comparivano persone che sorridevano.

Conclusioni. Quando scoperto dai ricercatori fa supporre che l'ossitocina sia in grado di influenzare gli stati emozionali dei cani al punto da farli deconcentrare dalle situazioni potenzialmente pericolose per preferire i nostri sorrisi e addirittura far sembrare i volti arrabbiati meno minacciosi. Ma questo cosa ci dice? Ci suggerisce che l'ossitocina (conosciuta anche come ormone dell'amore) è da considerarsi la responsabile del grande legame che c'è tra uomo e cane e che permette ad entrambi di comunicare, insomma potrebbe essere il segreto della lunga amicizia che ci lega con i quattro zampe.