Alcuni di noi hanno la fobia delle persone calve, questa condizione si chiama peladofobia e è legata alla Falacrofobia, che è invece la paura di diventare calvo. Vediamo insieme come nasce la pelafobia, come si manifesta e come può essere curata.

Peladofobia, cos’è

La peladofobia è la paura delle persone calve, cioè senza capelli, ed è collegata alla fobia di diventare calvi, che si chiama invece falacrofobia.

I sintomi della peladofobia

Come per tutte le fobie, i sintomi della peladofobia variano di intensità a seconda delle persone e cioè in base al livello di paura provata nei confronti della causa scatenanti, i calvi in questo caso. La fobia può infatti portare ad ansia estrema, terrore, panico a cui si associano respiro corto o affannoso, battito cardiaco irregolare, sudorazione eccessiva, nausea, bocca secca e difficoltà ad articolare frasi.

Le cause della peladofobia

A scatenare la peladofobia, così come le fobie in generale, sono alcuni eventi traumatici vissuti, di solito, durante l’infanzia o l’adolescenza. Accade dunque che la vista di un qualcosa, come ad esempio di una persona calva come nel caso specifico della peladofobia, possa scatenarci il ricordo dell’evento che ci ha sconvolti, provocando i sintomi sopra elencati.

Come si guarisce dalla peladofobia

Il trattamento della peladofobia richiede un percorso che include la psicoterapia che ci aiuta ad andare a fondo delle cause scatenanti della paura per superarle. A questa tipologia di percorso può essere associato un farmaco, e non è sempre detto, che, in ogni caso, non tratta direttamente la fobia, ma serve per tenere sotto controllo i sintomi. Se pensate di soffrire di peladofobia, cioè avere paura delle persone calve, o di altre fobie, il consiglio è comunque quello di evitare del tutto il fai da te e chiedere l'aiuto di persone esperte.