Si chiama Nopal il superfood che fa bene alla salute poiché contrasta diabete e colesterolo e che, in generale, è ricco di fibre alimentari che fanno bene alla nostra salute. Vediamo insieme cos’è il Nopal, cosa c’entra col Fico d’India, dove si trova e come può essere utile per il nostro benessere fisico.

Nopal, cos’è

Il Nopal è una verdura molto diffusa in Messico ed è la foglia adulta dell’Opuntia, una pianta della famiglia delle Cactacee di cui fa parte il fico d’India.

Le proprietà benefiche del nopal

Queste foglie sono considerate un superfood, cioè alimenti vegetali che hanno alti contenuti di sostanze benefiche per la salute. Il nopal, nello specifico, è ricco di fibre alimentari, di vitamine A, C, K e B6, ma anche di sali minerali come potassio, magnesio, ferro e manganese, abbonda in queste foglie anche il calcio. Grazie a tutte queste sostanze, il Nopal è considerato un valido aiuto contro il colesterolo cattivo e il diabete, poiché aiuta a prevenire l’eccesso di zucchero e di grasso nel sangue, ma è anche ottimo per chi soffre di colon irritabile o di cattiva digestione, sempre perché è ricco di fibre e di vitamine che aiutano la funzionalità dell’intestino. Il nopal aiuta anche a perdere peso, sempre grazie alla presenza delle fibre di cui è ricco.

Cose si pulisce il nopal

Il nopal, essendo la foglia del cactus, è pieno di spine, per questo, chiaramente, prima di essere mangiato, va ripulito: basta tagliare le spine con un coltello e assicurarsi che la superficie sia liscia.

Come mangiare il nopal

Una volta tolte le spine, possiamo mangiare il nopal. La verdura può essere consumata fresca o imbottigliata, raramente è essiccata. Di solito la foglia viene tagliata a strisce e aggiunta a carne, uova o taco, ma possiamo anche utilizzarla come ingrediente per le nostre insalate.