In Africa esiste un roditore che si chiama Heterocephalus glaber, conosciuto anche come eterocefalo glabro o talpa senza pelo, che può essere considerato un animale con super poteri. Questa talpa infatti, oltre ad essere senza peli, è resistente al cancro e ha un'alta soglia del dolore, tanto che si dice che sia difficilissimo fargli male. Adesso i ricercatori hanno scoperto il segreto di queste sue capacità straordinarie e ce lo svelano all'interno dello studio intitolato “Hypofunctional TrkA Accounts for the Absence of Pain Sensitization in the African Naked Mole-Rat” e pubblicato su Cell Reports.

Partiamo dal principio. La sensazione del dolore è fondamentale, per noi così come per gli altri animali, per la sopravvivenza: se non sentissimo male al contatto con le fiamme, ad esempio, rischieremmo di morire carbonizzati, il dolore invece ci permette di allontanarci dalla fonte di pericolo e di salvarci così la vita.

Ma cosa ci fa sentire dolore?

Responsabile dell'invio del messaggio di pericolo è il recettore TrkA che da il via ad una serie di segnali chimici che sensibilizzano il canale ionico TRPV1 sulla superficie dei neuroni sensoriali, quando questo canale si apre, i nervi sensoriali inviano al cervello il segnale corrisponde al dolore.

Per capire come faccia la talpa senza peli ad essere così “insensibile”, i ricercatori hanno tenuto d'occhio proprio questo processo, con particolare attenzione versione il recettore TrkA. Hanno così scoperto che in questi roditori africani ci sono differenze a livello degli aminoacidi tali per cui il recettore TrkA è meno sensibile.

Non si tratta però di un errore della natura, ma di un adattamento all'ambiente in cui la talpa senza pelo vive: se fosse sensibile quanto gli altri roditori, proverebbe più dolore e la sua vita sarebbe praticamente un inferno.

[Foto copertina di Wikipedia]