Luglio ci regalerà molte emozioni: si parte con gli sciami di meteore per arrivare alle ‘danze' tra i Pianeti, queste notti estive saranno piene di eventi ‘luminosi' che non possiamo farci scappare. Ecco cosa accadrà in cielo in questo luglio 2017.

Sciami di meteore. Agosto è considerato il mese delle meteore, ma anche luglio si difende e nel cielo lo spettacolo inizia già prima della metà del mese, come spiega l'Unione Astrofili Italiani. Tra qualche giorno infatti aumenteranno gli sciami delle stelle cadenti: stiamo parlando di 20 meteore all'ora in condizioni di buona visibilità, quindi trasparenza e oscurità. La prima data da segnarci è quella del 12 luglio quando potremo goderci le beta Capricornidi, che consistono in meteore “molto luminose con un radiante diffuso e osservabile dalle ore 23 in poi che culmina verso le ore 03 a oltre 30° di altezza sopra l'orizzonte. In questa notte estiva, le beta Capricornidi si potranno vedere per alcune ore dopo il crepuscolo serale, prima dell'arrivo della Luna.

Da metà luglio. Il 17 e 18 luglio toccherà poi alle Aquilidi che in questo mese hanno un'attività irregolare e sostenuta con meteore deboli, ma in alcuni casi brillanti. Il culmine di questa meteore è all'1:00 e senza il disturbo lunare sarà possibile goderci lo spettacolo. Seguiranno le Draconidi, il 18 luglio, le alfa Cignidi, tra il 20 e il 21 e le delta Aquaridi, alla fine del mese.

Balletti tra Pianeti. Non solo meteore, luglio infatti è anche il mese in cui i pianeti ‘danzano' con la Luna che, nel 2017, proprio in questo mese ha 5 fasi. Il Primo Quarto cresce il primo luglio, con la Luna vicina a Giove, tra il 6 e il 7 luglio toccherà poi a Saturno. Il 19 luglio invece gli astri si concentreranno nella costellazione del Toro, quando la Luna sarà in fase calante. Il 20 luglio invece la Luna si avvicinerà a Venere per poi incontrarsi di nuovo con Giove, nella costellazione della Vergine, il 28 luglio.

Visibilità dei pianeti. Giove sarà osservabile per tutto il mese nelle prime ore della notte, così come Saturno individuabile nella costellazione dell'Ofiuco, e Plutone, per il quale però è necessario un buon telescopio, che il 10 luglio si trova in opposizione al Sole, a Sud nella costellazione del Sagittario.