Per ogni appassionato di acquariofilia che voglia allestire un acquario di acqua dolce o di acqua salata le pompe ad aria per acquario sono uno degli accessori più importanti. È un dispositivo che ha diverse funzioni e permette all'acqua di circolare all'interno dell'acquario, la filtra e ne mantiene alta la qualità. Si tratta di un prodotto importantissimo, che per poter essere scelto al meglio richiede un minimo di preparazione, soprattutto per quanto riguarda la differenza tra pompe di mandata (che permettono un corretto flusso verso il filtro) e pompe di movimento (che simulano il movimento delle correnti naturali).

Insomma, in commercio esistono tanti tipi di pompa per acquario  e scegliere quella più adatta alla propria vasca non è una cosa semplice. Portata, tipologia e prevalenza della pompa ad aria per acquari sono solo alcuni dei fattori da valutare prima dell'acquisto di questo essenziale prodotto che, ricordiamolo, è molto importante per la salute ed il benessere dei pesci e le piante presenti nell'acquario.

Per questo, abbiamo pensato di aiutarvi nella scelta svelandovi tutti i segreti per scegliere la migliore pompa per acquario per le vostre esigenze, per poi elencarvi alcuni modelli che – a parer nostro – hanno il miglior rapporto qualità prezzo: in questo modo non solo potrete assicurare un ambiente ottimale per pesci e piante, ma potrete anche salvaguardare il vostro portafogli da spese eccessive o inutili.

Come scegliere la pompa per acquario

Proprio come vi abbiamo anticipato, i fattori "tecnici" da prendere in considerazione e valutare al meglio prima di acquistare la migliore pompa ad aria per acquari sono molteplici e tutti, ma proprio tutti, sono di vitale importanza per gli abitanti dell'habitat acquatico che è stato creato nella propria vasca. Ma andiamo con ordine.

Tipologia

Avrete ormai capito che le pompe ad aria per acquario si possono suddividere in due macro categorie: le pompe di mandata e le pompe di movimento. Le pompe di mandata sono strutturate in modo da spingere l'acqua verso la stazione filtrante dell'acquario, in modo da favorire il riciclo dell'acqua e contribuendo alla stabilizzazione di un ambiente composto da acqua pulita e priva di patine oleose. Questo tipo di pompa può essere ad immersione e a secco.

Le pompe di movimento invece, funzionano del tutto indipendentemente dal filtro e sono progettate in modo da simulare le correnti che generalmente sono presenti nel mare, nei laghi e nei fiumi. Lo scopo è quello di trasportare cibo e ossigeno alle piante e agli organismi presenti nell'acquario, ma anche trascinare via tutte le impurità. Anche in questo caso, sono in vendita modelli ad immersione, generalmente realizzati in ABS ed un motore in acciaio inossidabile, oppure modelli da posizionare fuori dall'ambiente acquatico che utilizzano dei tubi per aspirare e spingere l'acqua. Infine, tra le pompe di movimento sono disponibili modelli adatti sia ad acquari di acqua dolce che di acqua salata.

Motore

Per assicurarsi di non dover acquistare più pompe nel tempo per il proprio acquario, è molto importante accertarsi che il motore con il quale lavorano sia di qualità, in modo che il modello scelto possa durare molti anni e non richieda una manutenzione eccessiva. È importante che il motore della pompa sia autoprotetto da surriscaldamento e non causi vibrazioni o movimenti improvvisi che potrebbero infastidire gli abitanti dell'acquario e che, per produrre la pompa, siano state rispettate tutte le rigide norme internazionali di sicurezza: inserire in acqua una pompa poco sicura, potrebbe addirittura portare alla morte tutti gli abitanti dell'acquario.

Portata

La portata è la quantità d acqua che una pompa riesce a spostare dall’ingresso all’uscita in un lasso di tempo. È un fattore che generalmente viene specificato sulla confezione del prodotto, ma che è molto importante calcolare correttamente in base all'acquario in cui verrà posizionata la pompa. In linea di massima, in un acquario di 100 litri, potrebbe essere necessaria una pompa con una portata di circa 2000 litri ora mentre, chiaramente, in un acquario di 200 litri potrebbe essere necessaria una pompa con una portata di circa 4000 litri ora. E così via.

Prevalenza

La prevalenza è quel valore che specifica l’altezza massima a cui la pompa riesca ad elevare l’acqua, un altro fattore molto importante che dipende molto dalle dimensioni dell'acquario in cui andrà poi a lavorare la pompa, il cui calcolo non è semplice e può variare anche in base ad alcuni fattori esterni, come la tipologia di tubo che viene utilizzato, qualora ci fosse, le sue dimensioni e la sua forma. In linea del tutto generale, il nostro consiglio è questo: negli acquari domestici intorno ai 300 litri, la pompa utilizzata dovrebbe avere una prevalenza intorno ai 110/120 cm, il che vuol dire che in un acquario di 100 litri, la prevalenza dovrebbe essere di circa 35/40 cm. E così via.

Grandezza della vasca

Avrete capito che la grandezza della vasca (e il numero di litri d'acqua che contiene) è un fattore principale nella scelta della migliore pompa ad aria per acquari. È proprio dalla grandezza della vasca che dipende il calcolo della portata e della prevalenza, due fattori essenziali per riuscire ad apportare un beneficio all'habitat acquatico che, però, se sovradimensionato potrebbe infastidire i pesci che vivono al suo interno. È quindi importante, prima dell'acquisto, ricordarsi sempre della grandezza della vasca e puntare a prodotti che tengano presente questo fattore.

Quantità di pesci nell'acquario

Per capire quale pompa scegliere è anche importante tenere presente il numero di pesci che vivono nell'acquario, in modo da poter capire anche dove posizionare il macchinario. Generalmente si pensa che inserendo le pompe nei lati più corti della vasca, e attivandole in alternanza, si potrebbe risolvere il problema, ma non è proprio così: è importante valutare anche un punto in cui il flusso d'acqua potrebbe essere ostacolato dalla presenza di eventuali oggetti, ed evitare di posizionare la pompa nelle sue prossimità.

Rumore

Il rumore (e le vibrazioni) è un fattore che mette a rischio il benessere degli abitanti dell'acquario. Il nostro consiglio è quindi quello di valutare l'acquisto di una pompa silenziosa, in modo tale da assicurare calma e tranquillità a tutti i pesci presenti nell'acquario, ma anche ai proprietari: quando la pompa è attiva, se è troppo rumorosa, a lungo andare potrebbe far venire un gran mal di testa a chi è presente nell'ambiente in cui è stato posizionato l'acquario.

Accessori

Infine è utile anche valutare la presenza di un timer e di eventuali accessori che permettono la personalizzazione dei tempi e del movimento dell'acqua nell'acquario. Lo scopo di tutto è quello di rendere l'habitat il più omogeneo e stabile possibile e, per questo, bisogna assicurarsi di scegliere le giuste tempistiche: ad esempio, una pompa di movimento non deve essere sempre accesa ed è importante riuscire ad alternarne le fasi in maniera corretta, sfruttando anche la funzionalità del timer integrato nelle pompe ad acqua per acquario delle migliori marche.

Come posizionare la pompa per acquario

Soprattutto per quanto riguarda le pompe di movimento, è importante riuscire a posizionarle al meglio per ottenere il massimo dei risultati. In via del tutto generale, come vi abbiamo anticipato, le pompe vanno posizionate nei lati corti della vasca, controllando che non ci siano oggetti d'intralcio al getto d'acqua, e messa una di fronte all'altra in modo che le ventole si vadano ad intersecare l'una nella colonna d'acqua dell'altra e creino delle turbolenze.

È importante pianificare ogni aspetto relativo all'allestimento della vasca, e il nostro consiglio è quello di chiedere il parere di un esperto di acquariologia o del venditore nel vostro negozio di fiducia in modo da ottenere il massimo della resa dalle pompe posizionate nel proprio acquario.

La pompa per acquario deve essere sommersa?

Non necessariamente, ma dipende dalla pompa che si ha acquistato. In commercio esistono pompe di mandata per acquario ad immersione e a secco e l'unica differenza tra le due tipologie è che quelle ad immersione vengono installate direttamente nella vasca, e quindi devono essere totalmente sommerse e posizionate in "punti strategici", mentre quelle a secco vengono installate fuori al sump e collegate tramite un raccordo stagno, con dei tubi.

Anche per quanto riguarda le pompe di movimento la situazione è simile. Esistono pompe ad immersione, collocate direttamente nell'acquario e quindi sommerse, e pompe esterne che generalmente sono installate all'esterno dell'acquario stesso e funzionano tramite dei tubi.

Insomma, la necessità di sommergere completamente una pompa ad aria per acquario dipende esclusivamente dalla tipologia di prodotto che si è scelto di acquistare, ma attenzione: qualora si dovesse ad esempio acquistare una pompa esterna, non la si dovrà assolutamente immergere in acqua!

Migliori pompe per acquario

Arriviamo quindi alla guida all'acquisto sulle migliori pompe ad aria per acquario. A seguire troverete un listato di prodotti caratterizzati da un ottimo rapporto qualità prezzo, delle migliori marche o più economici, con il quale potrete iniziare a farvi un'idea della tipologia di dispositivo e della spesa necessaria.

Maxesla Mini Pompa – 300 L/h

migliori pompe per acquari

Dalle dimensioni molto ridotte, la Maxesla Mini Pompa è una pompa sommergibile per acquario ultra silenziosa, con una portata regolabile di 300 L/h perfetta per acquari di acqua dolce o salata, ma anche per terrari ed addirittura per le fontane. Dispone di quattro ventose con le quali si potrà fissare al suolo o in uno dei latri della basca ed è un modello estremamente silenzioso che permette anni di utilizzo senza problemi.

Decdeal  – 600 L/h

migliori pompe per acquari

Con una portata decisamente maggiore al modello precedente, la pompa per acquario Decdeal è in grado di garantire una portata massima mdi 600 L/h, che è possibile regolare tramite un'apposita manovella. La prevalenza massima è di circa 120 cm ed è dotata di due ugelli di uscita dell'acqua, che forniscono diversi effetti di flusso. Il motore è durevole e molto affidabile e la rumorosità è decisamente limitata. Dispone di 4 ventose per il posizionamento e il fissaggio nell'acquario ed è un modello perfetto per acquari di piccole o medie dimensioni.

Amzdeal Mini – 1500 L/h

migliori pompe per acquari

Molto interessante anche la Amzdeal Mini, una pompa ad immersione in grado di garantire una portata massima di ben 1500 L/h. L'involucro esterno della pompa del pozzo è realizzato in plastica ABS e resina di alta qualità, resistente alla corrosione, agli acidi, agli alcali e alle abrasioni ed è una pompa dotata di un motore di alta qualità per fornire un ambiente silenzioso, risparmiando energia e riducendo i consumi. I giunti filettati lo rendono stabile: l'albero della girante è in ceramica e può essere utilizzato in acqua dolce o marina. Resistente all'usura, antiruggine, lunga durata. Ottima l'altezza massima si sollevamento, che è regolabile e arriva fino a 160 cm.

UEETEK – 220 L/h

migliori pompe per acquari

La pompa di UEETEK è un modello ad immersione che garantisce un netto risparmio nei consumi energetici. La portata massima è di 22 L/h ed il consumo di soli 4 watt è gestito da un ottimo motore, silenzioso e durevole. È un modello a portata regolabile, che è possibile utilizzare in acquari di piccole dimensioni ma anche in fontane e terriere. La lunghezza del cavo è di 1,4 metri e l'altezza massima del getto d'acqua arriva a 65 centimetri.

Anself – 120 L/h

migliori pompe per acquari

La pompa per acquario prodotta da Anself è molto particolare. Si tratta di un areatore molto silenzioso con 2 tubi e tre pietre per le bolle, che utilizza un avanzato sistema di compressione ed un ottimo assorbimento degli urti. Dispone di quattro piedini in gomma per far sì che venga fissata saldamente, ed è un modello studiato e prodotto per migliorare l'ossigenazione dell'habitat dell'acquario.

Sicce Micra Plus – 600 L/h

migliori pompe per acquari

La Sicce Micra Plus è una pompa sommergibile potente e silenziosa ideale per fontana, acquari di acqua dolce e salata, terrari. È un modello che funziona tramite un motore sincrono a magnete permanente, dotata di filtro in spugna intercambiabile e con una regolazione variabile della portata che può arrivare fino a 600 L/h. Può essere collegata a tubi rigidi da 13 mm di diametro, oppure attraverso l'adattatore fornito standard, a tubi flessibili di diametro interno di 12 mm. È un modello in grado di funzionare anche con quantità d'acqua molto ridotte.

Hygger – 800 L/h

migliori pompe per acquari

La pompa prodotta da Hygger non solo è in grado di garantire una portata massima di ben 800 L/h, ma grazie alla sua forma circolare è in grado di lavorare a 360 gradi aspirando dal fundo: può assorbire grandi particelle di impurità ed escrementi di pesce, l'effetto di pulizia è eccellente. Questa particolare pompa è dotata di un chip di controllo della temperatura intelligente incorporato che, quando la temperatura del corpo pompa raggiunge un determinato valore, disattiva automaticamente il motore. Il sollevamento massimo dell'acqua ha una prevalenza di 1.6 metri.

YOSTAR – 2500 L/h

migliori pompe per acquari

La pompa prodotta da YOSTAR è anfibia, il che vuol dire che può essere utilizzata sia ad immersione che esternamente tramite l'utilizzo di alcuni tubi. La portata massima è di ben 2500 L/h con una prevalenza molto elevata. È un modello molto silenzioso, dotato di un asse in ceramica adatto sia ad acquari di acqua dolce che ad acquari di acqua salata, che è estremamente semplice anche da pulire.

Hydor Koralia Evo 3200 – 3200 L/h

migliori pompe per acquari

La Hydor Koralia Evo 3200 è una delle migliori pompe a movimento in commercio. La sua portata è di 3200 L/h ed è perfetta sia per aacquari di acqua dolce da 180 a 370 litri, sia per gli acquari di acqua salata da 112 a 200 litri. È dotata di un supporto a magneto ventosa per un posizionamento facile e sicuro con dispositivo antivibrazioni con una calamita che funziona su vetri fino a 15 millimetri di spessore. Il consumo è di 4 watt ed integra un timer con il quale riprodurre e simulare un perfetto effetto onda.