migliori collari per gatti

Un collare per gatto è un accessorio essenziale per lo svolgimento di numerose funzioni. Oltre ad essere un ottimo antiparassitario, alcuni modelli hanno ad esempio una targhetta sulla quale è possibile scrivere i dati del proprietario, altri ancora permettono la localizzazione del micio in tempo reale tramite GPS. Spesso può capitare che i gatti non vogliano indossare il collare, ma esistono una serie di trucchi da seguire per rendergli la cosa più piacevole e familiare, come farglielo odorare prima di farglielo indossare, e fare delle prove ogni giorno dandogli un premio. Insomma, si tratta di un accessorio fondamentale per i proprietari anche perché molti modelli integrano una fascia catarinfrangente in modo da vederlo meglio anche la notte.

Insomma, in commercio esistono numerosi collari per gatti, e per riuscire a scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze è necessario valutare una serie di fattori che a primo acchito potrebbero sembrare ininfluenti, ma che in realtà non solo danno realmente un senso all'acquisto, ma rendono più semplice e piacevole la vita sia al gatto che ai proprietari stessi.

Per questo, abbiamo pensato di venirvi in aiuto, spiegandovi tutti i fattori e le caratteristiche da tenere in considerazione prima dell'acquisto del miglior collare per gatto per le vostre esperienze, per poi passare ad una vera e propria guida all'acquisto nella quale inseriremo i prodotti con il miglior rapporto qualità/prezzo.

A cosa serve un collare per gatto?

Oltre a quelli antiparassitari, esistono collari per gatti semplicemente decorativi, oppure esistono modelli in grado di aprire le gattaiole magnetiche e, addirittura, in grado di comunicare al proprietario la posizione dell'animale in tempo reale, grazie ad un trasmettitore GPS integrato.

Cosa fare se il gatto non vuole il collare

Prima di parlare di tutte le caratteristiche e i modelli da prendere in considerazione per acquistare il miglior collare per gatto per le proprie necessità, è importante focalizzarci qualche istante su un fattore molto importante: come abituare il gatto ad indossare il collare.

Perché proprio per il loro carattere indipendente e "ribelle", far indossare un collare ad un gatto potrebbe essere decisamente più difficile rispetto ad un cane. Farlo però è possibile, basta seguire una serie di linee guida che, credeteci, renderanno la vita più semplice a chiunque si voglia cimentare in questa esperienza.

Il nostro primo consiglio è quello di portare tanta pazienza. La cosa migliore, per far indossare per la prima volta il collare ad un gatto, è quello di scegliere di farlo in un momento in cui l'animale si trova particolarmente rilassato e tranquillo. Prima di applicarglielo è importante permettergli di annusarlo e familiarizzarci per qualche istante, per poi farglielo indossare per qualche minuto e poi rimuoverlo, giorno per giorno, rendendogli la cosa più piacevole dandogli anche un piccolo premio.

È anche importante accertarsi che il collare indossato sia distante dal collo circa due o tre dita, continuando la procedura per diversi giorni: i mici sono particolarmente abbietti a questo tipo di accessorio, ed è importante far sì che si abituino lentamente, evitando che "classifichino" quel particolare oggetto come una cosa negativa. Insomma, ci vuole tanta tanta pazienza.

Migliori collari per gatti decorativi

Iniziamo la nostra rassegna sui migliori collari per gatti decorativi. Si tratta di modelli che generalmente integrano anche una striscia riflettente per la notte ed un sonaglino/campanellino che, in ogni caso, è possibile rimuovere senza problemi.

Winline Collare per Gatti

migliori collari per gatti

Venduto in una confezione da 6 o da 12 pezzi, il Winline Collare per Gatti è un prodotto che utilizza un collegamento elastico ed è regolabile con una lunghezza che varia dai 20 ai 33 centimetri. Integra un sonaglio che è possibile rimuovere ed una striscia riflettente per poter vedere meglio l'animale di notte. È realizzato in nylon, che gli assicura una grande resistenza e non danneggia pelle o pelo del micio.

Pawtitas

migliori collari per gatti

Il modello prodotto da Pawtitas è un collare per gatto che si adatta ad ogni fase di crescita del micio. Disponibile in varie colorazioni, è realizzato in nylon, è molto resistente e non da fastidio a cute e pelo del gatto ed integra una striscia riflettente con la quale sarà più semplice vedere l'animale durante la notte. È dotato di una fibbia di sicurezza, che eviterà al micio di togliersi il collare ed integra un campanellino che è possibile rimuovere per evitare fastidi inutili.

Migliori collari per gatti con targhetta

Passiamo ai migliori collari per gatti con targhetta, modelli cioè sui quali è possibile incidere il proprio nome e il proprio numero di telefono: un vero toccasana qualora il micio dovesse smarrirsi.

TagME

migliori collari per gatti

Quello prodotto da TagME è un collare per gatti con targhetta dall'aspetto molto divertente. Disponibile in diverse colorazioni si tratta di un modello regolabile dai 18 ai 25 centimetri con 1 centimetro di spessore. Integra una fibbia di sicurezza che si aprirà qualora il micio dovesse rimanere impigliato e la targhetta sulla quale incidere i propri dati, è realizzata in acciaio e riposta in modo da non far alcun rumore nel corso dei movimenti del gatto.

Vcalabashor

migliori collari per gatti

Anche il modello prodotto da Vcalabashor è disponibile in diverse colorazioni ed è regolabile con una larghezza che varia dai 18 ai 25 centimetri, mentre lo spessore è di 1 centimetro. È caratterizzato da una fibbia di sicurezza a comparsa ed è estremamente semplice da far indossare al gatto o da rimuovere. La targhetta è in acciaio inossidabile, resistente alla ruggine e impermeabile, ed è posizionata in modo da non far alcun rumore. È dotato di un campanellino che è possibile rimuovere molto semplicemente.

Migliori collari per gatti antiparassitari

Arriva quindi il momento di parlare dei migliori collari antiparassitari per gatti, dei particolari collari che rilasciano nel tempo una serie di principi attivi in grado di allontanare o uccidere eventuali parassiti.

PROZADALAN Collare Antipulci per Gatti

migliori collari per gatti

Il PROZADALAN Collare Antipulci per Gatti è un modello realizzato in gel, in grado di garantire 8 mesi di protezione dalla maggior parte dei parassiti per gatti, tra cui zecche e pulci. È un modello totalmente impermeabile ed in grado di resistere ad acqua e pioggia ed è realizzato in un materiale totalmente anallergico. Disponibile in diverse misure, i produttori garantiscono che tutti i prodotti antiparassitari non sono tossici e si adattano a gatti di diverse misure e pesi.

Seresto Collare Antiparassitario per Gatti

migliori collari per gatti

Il Seresto Collare Antiparassitario per Gatti è probabilmente il modello più conosciuto dai proprietari di gatti. Utilizza una combinazione innovativa di materiali che permette di rilasciare in modo controllato dosi basse dei principi attivi fino a otto mesi. Ciò offre un'elevata protezione del gatto che non è limitata alla sola uccisione di pulci e zecche, ma agisce anche repellendo le zecche prima che possano pungere, cosa che facilita la protezione dell'animale contro le malattie trasmesse da questi parassiti. È resistente all'acqua ed è stato testato per permettere che tutti i componenti della sua formulazione abbiano un ampio margine di tollerabilità.

Migliori collari per gatti con localizzatore GPS

Arriviamo infine alla categoria più tecnologica di questa guida all'acquisto: i migliori collari per gatti con GPS. Si tratta di particolari collari che, grazie ad una SIM e ad un GPS, permettono di localizzare il proprio micio in tempo reale tramite un'app per smartphone Android ed iPhone.

Weenect Cats 2

migliori collari per gatti

Il Weenect Cats 2 è uno dei modelli più piccoli nel mercato che funziona senza limiti di distanza. Invia la posizione costantemente, con un aggiornamento ogni minuto mentre è in movimento ed ogni 5 minuti mentre è fermo. È dotato di una batteria che gli garantisce un'autonomia di circa 4 giorni ed è controllato da un'ottima app per iPhone e Android con la quale è possibile anche impostare dei confini virtuali. Inoltre, integra un cicalino che sarà possibile far suonare tramite lo smartphone, e che aiuterà i proprietari a localizzare i propri felini.

Tractive Localizzatore GPS per gatti

migliori collari per gatti

Il Tractive Localizzatore GPS per gatti è un altro ottimo modello di questa categoria, con il quale non solo sarà possibile localizzare in tempo reale e senza alcuna limitazione la posizione del proprio micio, ma si potrà accedere anche ad un elenco di punti d'interesse più frequentati dal micio. È inoltre un activity traker per gatti, che registra l'attività del micio: in questo modo si potrà controllare quanto è più attivo, sia di giorno che di notte. La batteria garantisce un'autonomia di circa 5 giorni, ed il controllo del dispositivo avviene tramite un'ottima applicazione per iPhone e Android.

Come scegliere il miglior collare per gatto

Proprio come abbiamo appena detto, il collare per gatto è un accessorio che va messo al collo del gatto e che può avere diverse funzionalità importanti, tra cui quella antiparassitaria. Può essere però un oggetto poco amato dal proprio felino, e per far sì che si abitui più velocemente è importante che non sia troppo stretto, troppo pesante e che non sia prodotto con materiali che diano fastidio alla cute dell'animale.

La realtà dei fatti, è che così come per tanti altri tipi di prodotto, per riuscire a capire quale collare per gatto acquistare è necessario valutarne le caratteristiche tecniche, e soprattutto focalizzarsi su una domanda ben specifica: quale funzione dovrà svolgere il collare per gatto che dovrò acquistare?

Tipologie

Perché è proprio in base alla funzione che è chiamato a svolgere, che bisognerà scegliere un collare per gatto di tipologia diversa. Ce ne sono veramente tante, tutte progettate e prodotte per scopi specifici. Ecco quelle più diffuse.

  • Estetico: i collari per gatti esclusivamente decorativi devono essere leggeri e comodi da indossare, non svolgono alcuna funzione particolare, quindi il gatto dovrebbe indossarli con estrema confidenza.
  • Antiparassitario: si tratta di un collare che rilascia nel tempo un mix di agenti antiparassitari, con i quali verranno allontanati o uccisi eventuali parassiti.
  • Con targhetta: è una delle tipologie di collari per gatto più diffuse, che include una targhetta sulla quale scrivere il nome del proprietario ed eventualmente anche un numero di telefono. In questo modo, qualora dovesse perdersi, potrebbero aumentare le probabilità di ritrovarlo.
  • Riflettente: questa particolare tipologia di collare, è perfetta per rendere più visibile l'animale di notte. Integra un vero e proprio catarifrangente che permetterà di vedere i felino anche in ambienti poco luminosi.
  • GPS: è la tipologia di collare per gatto più moderna. Si tratta di un particolare modello che include un piccolo dispositivo con il quale, grazie ad un GPS e ad una scheda SIM, si potrà controllare la posizione del gatto in tempo reale, tramite un'applicazione per smartphone. Con questi collari, ad esempio, sarà possibile anche ricevere un avviso qualora il micio dovesse allontanarsi più del dovuto, e sarà molto più semplice ritrovare l'animale in caso di smarrimento.

Campanellino

Anche se molte persone pensano che la presenza di un campanellino appeso al collare per gatto ne semplifichi l'individuazione in casa, in realtà sarebbe meglio evitare di utilizzare questo particolare accessorio perché, essendo molto vicino alle sensibili orecchie dell'animale, potrebbe risultare molto fastidioso. Alcuni veterinari sono addirittura del parere che potrebbe rovinare l'udito del micio e provocargli ansia ingiustificata.

Guinzaglio

In via del tutto generale, i gatti non hanno bisogno di passeggiare all'esterno. Può capitare però, che abituati allo stile di vita domestico, alcuni felini diventino sovrappeso e necessitino quindi di uscire a fare una passeggiata. Ma no, il collare non è la soluzione più ideale per questo tipo di pratica: qualora ci si trovasse nell'estrema situazione di dover portare il gatto a passeggio con un guinzaglio, la soluzione migliore potrebbe essere una pettorina.

Antistrozzo

La funzione antistrozzo di un collare per gatti è molto importante. L'obiettivo è quello di essere sicuri che il gatto non corra il rischio di rimanere impigliato tramite il collare, soprattutto quando gioca fuori casa. Si tratta di una particolare tipologia di collare per gatti, che si sta diffondendo solo negli ultimi tempi, e che assicura più sicurezza per l'animale.

Chiusure

Valutare le chiusure è molto importante. Assicurarsi che un collare per gatto sia semplice da chiudere, renderà l'applicazione molto più semplice. In commercio esistono diversi tipi di chiusure, ecco quelle più diffuse:

  • Velcro: è un modello facilissimo da applicare e molto piacevole per il gatto, che però deve essere ben rinforzato: i gatti sono molto abili, e qualora il modello scelto non sia di buona qualità potrebbe capitare che se lo levi autonomamente.
  • Fibbia: si tratta di un modello che difficilmente l'animale riuscirà a togliere, che però porta con sé una difficoltà di applicazione notevole, e potrebbe risultare troppo invasivo nei gatti che non sono abituati a portare collari.
  • Chiusura a scatto: è un modello molto semplice da applicare e rimuovere, utilizzando il quale però bisogna fare molta attenzione a non pizzicare la pelle o il pelo dell'animale: il rischio è quello di spingere il gatto a catalogare come "cattivo" il collare!
  • Bottone a pressione: è il modello più sconsigliato per gatti che odiano il collare, perché il suo meccanismo è semplice da togliere. Si tratta comunque di un modello molto semplice da applicare e che è totalmente privo di rumori di sorta che possono spaventare il felino.

Peso

Anche il peso del collare è molto importante. In ogni caso però, un collare per gatto deve essere il più leggero possibile perché minor peso, significa minor fastidio per il gatto quando lo indossa e, quindi, un tempo minore necessario affinché l'animale si abitui ad indossarlo.

Materiali

Anche la tipologia di materiale è molto importante. Il collare per gatto deve essere piacevole al tatto e, soprattutto, deve essere realizzato in modo da non danneggiare pelle e pelo del micio. Materiali come il PVC, il velluto e il Nylon, sono tra i più diffusi in questa particolare tipologia di mercato.

Dimensioni

È molto importante che il modello scelto sia regolabile nelle dimensioni e che, soprattutto, non sia elastico: bisogna fare di tutto per accertarsi che il micio non sia in grado di toglierselo. Inoltre, un collare di dimensioni regolabili si adatterà nel tempo alla crescita del gatto e ai suoi eventuali cambiamenti di peso.