migliori binocoli

Confrontato con gli altri dispositivi ottici, il binocolo ha la capacità di garantire una visione binoculare, proprio perché tecnicamente è composto da due cannocchiali gemelli, posizionati parallelamente e con due oculari nei quali è possibile modificare la messa a fuoco. Grazie a queste caratteristiche un binocolo è in grado di offrire una visione più dettagliata del 240% e più luminosa del 150%. Si tratta di un apparecchio utilizzato per gli usi più disparati, dall'Opera al bird watching, dalla caccia al trekking.

Per poterlo fare però, è necessario avere a disposizione il migliore modello per le proprie esigenze, ed oltre alle migliori marche oggi sono in vendita tantissimi tipi di binocolo con i quali è possibile guardare gli oggetti lontani con estrema nitidezza. Ci sono situazioni come in teatri dove è necessario un binocolo con pochi ingrandimenti e una portata ridotta ma che abbia una buona luminosità, in altre situazioni invece sono necessari i binocoli prismatici con i quali è possibile ottenere ingrandimenti maggiori e campi più estesi.

Per poter acquistare il miglior binocolo per le proprie esperienze è quindi importante riuscire a scegliere il modello più adatto all'utilizzo che se ne farà: per farlo bisogna valutare tutte le caratteristiche tecniche che contraddistinguono un modello dall'altro.

Per aiutarvi nella scelta, in questa guida all'acquisto parleremo prima di tutto di quello che bisogna valutare bene per l'acquisto del miglior binocolo per le proprie esperienze, per poi passare ad un vero e proprio elenco nel quale inseriremo i prodotti che – a parer nostro – hanno il miglior rapporto qualità prezzo.

Come scegliere il miglior binocolo

Così come succede con i cannocchiali, anche per scegliere il miglior binocolo per le proprie necessità è importante valutare una serie di fattori decisamente tecnici, che dipendono quasi tutti dall'utilizzo del dispositivo: quale uso se ne intende fare?

Utilizzo del binocolo

Ed è proprio in base al tipo di utilizzo che si intende fare del binocolo che può dipendere il tipo di ottica da scegliere. Alcuni modelli sono adatti all'osservazione degli uccelli e degli elementi naturali, altri invece integrano anche un sistema di visione notturna, altri ancora invece sono ottimi binocoli da teatro. Per questo, è fonamentale verificare il numero di ingrandimenti e il diametro delle lenti dell'obiettivo, perché proprio in base a questi fattori, dipende la luminosità dell'immagine ingrandita e l'ampiezza del campo visivo. Riconoscere questi dati è molto semplice: generalmente dopo al nome del prodotto vengono inserite delle cifre  (ad esempio 8×42) che rappresentano proprio il numero di ingrandimenti e il diametro delle lenti in millimetri.

In via del tutto generale, possiamo dividere le tipologie di binocolo in base ai seguenti utilizzi:

  • Versatile: 10×50
  • Tascabile: 8-10×20-25
  • Bird watching e caccia: 8×42
  • Escursionismo: 7-8×30-42
  • Astronomia: >10x>50
  • Nautica: 7×50

Marca

In commercio sono in vendita tantissimi binocoli, prodotti da molte aziende famosissime nel settore. La marca non è essenziale, ma è comunque un fattore che garantisce la qualità dell'apparecchio e dei materiali con i quali è realizzati. Tra le marche che producono binocoli top di gamma ricordiamo Nikon, Leica e Zeiss, oppure Canon, Cushnell e Vortex che oltre a realizzare prodotti di qualità, assicurano ai clienti un'ottima assistenza: un fattore da non sottovalutare.

Tipo di prismi

I prismi sono dei particolari elementi riflettenti e rifrangenti che hanno lo scopo di raddrizzare l'immagine tramite una serie di rifrazioni. Sostanzialmente i prismi che si possono trovare su un binocolo sono du due tipologie, ognuna delle quali con i propri vantaggi e svantaggi:

  • prismi di Porro;
  • prismi a tetto.

I prismi di Porro sono quelli realizzati con la maggiore semplicità costruttiva e, proprio per questo, rappresentano la scelta meno costosa. Con questa tipologia avvengono meno rifrazioni e viene dispersa meno luce: in conseguenza si avrà un'immagine più luminosa. Purtroppo però, questo tipo di prisma è decisamente più pesante e voluminoso, e porta con sé un ingombro significativo anche in larghezza.

I prismi a tetto invece, prendono il nome proprio dalla loro forma caratteristica e sono tecnicamente più complessi rispetto quelli di Porro, perché utilizzano un maggior numero di superfici che devono essere posizionate con precisione assoluta. Per questo sono più costosi, ma anche più piccoli e leggeri.

Generalmente nei binocoli piccoli e con pochi ingrandimenti (fino ad un numero massimo di 8x) sono utilizzati i prismi a tetto, mentre nei binocoli più grandi vengono utilizzati i prismi di Porro.

Materiale delle lenti

Il materiale con il quale sono realizzate le lenti, è uno dei fattori che ne determina la qualità. Generalmente le lenti dei binocoli sono in vetro, ma in commercio vengono utilizzate due tipologie di vetro:

  • BAK7: le lenti di questa categoria sono realizzate in vetro borosilicato, una tipologia particolarmente apprezzata per la sua resistenza e l'alto grado di trasparenza
  • BAK4: le lenti di questa categoria sono realizzate utilizzando un vetro al Crown-bario, che si distingue per un basso indice di rifrazione e una bassa dispersione della luce. Sostanzialmente è la tipologia di vetro migliori per la produzione dei cannocchiali, il che lo rende più costoso rispetto al BAK7.

Trattamento antiriflesso

Generalente definito con li termine "coating", il trattamento antiriflesso che hanno ricevuto le lenti è un altro fattore da tenere molto in considerazione. In commercio si possono trovare quattro tipi differenti di trattamento anti riflesso, che si contraddistinguono per caratteristiche e prezzo:

  • Coated (C): è uno strato di rivestimento antiriflesso applicato solamente soltanto nelle superfici esterne e sugli oculari;
  • Multi Coated (MC): in questo caso alle superfici esterni delle lenti vengono applicati più strati di rivestimento antiriflesso;
  • Fully Coated (FC): lo strato antiriflesso viene applicato sia alle superfici esterne che a quelle interne e alle superfici esterne dei prismi;
  • Multi Fully Coated (MFC): è lo stesso processo effettuato con FC, ma viene effettuato con più strati.

Una singola applicazione di strato antiriflesso può ridurre la dispersione luminosa e portarla al 5%. L'applicazione di strati multipli può abbassare la dispersione portandola addirittura allo 0,25%.

Correzione di fase

La correzione di fase è un fattore da prendere in considerazione esclusivamente nei modelli che utilizzano prismi a tetto. Si tratta di uno strato correttivo applicato alle ottiche che diminuisce i problemi delle distorsioni dovute alla complessità costruttiva dei prismi.

Questa particolare lavorazione ripristina sostanzialmente la qualità dell'immagine e la relativa nitidezza, che potrebbero subire variazione a causa del gran numero di prismi utilizzati.

Luminosità e pupilla in uscita

La luminosità del binocolo è espressa sotto la dicitura "indice di luminosità", oppure "pupilla in uscita". È un fattore importantissimo che dipende dalla combinazione tra ingrandimenti e diametro delle lenti e sostanzialmente rappresenta la quantità di luce che entra nell'apparecchio e quella che esce dagli oculari.

Il diametro della cosiddetta pupilla in uscita, cioè l'immagine che si vede dall'oculare posizionando il cannocchiale a circa 30 cm di distanza, dipende dal rapporto tra il diametro delle lenti e il numero di ingrandimenti. È quindi importante verificare sempre che la pupilla in uscita sia coerente con le specifiche del modello scelto e i relativi ingrandimenti e diametri: ad esempio, se un binocolo 10×50 ha una pupilla in uscita inferiore ai 5 mm di diametro, significa che il diametro delle lenti non è di 5 cm effettivi come dichiarato.

Un binocolo con una grande pupilla in uscita permetterà l'osservazione al crepuscolo si cose che ad occhio nudo non si riuscirebbero a vedere ed è particolarmente adatto per l'osservazione astronomica, se invece si vuole utilizzare l'apparecchio per l'osservazione di animali, uccelli ed escursioni, si potrebbe pensare di acquistare un modello con un incide ci luminosità compreso tra 3 e 4.

Campo visivo

Il campo visivo è un altro fattore da considerare prima dell'acquisto che dipende sostanzialmente dal numero di ingrandimenti possibili. Quando è espresso in mentre viene indicata la distanza massima osservabile dalla propria posizione, ad esempio 1000m, 100m, 400, etc.

Ed è in base a questo fattore che va considerata un'altra cosa importantissima: maggiore è il potere di ingrandimento del binocolo, più è ristretta sarò la porzione di terreno che permette di osservare.

Oculare

Nei binocoli l'oculare è molto importante (ed è decisamente diverso da quello dei cannocchiali). Svolge una doppia funzione ed oltre a permettere di appoggiare l'occhio sull'apparecchio ha lo scopo di far combaciare con precisione la pupilla in uscita con quella dell'osservatore.

In commercio sono in vendita due tipo di regolazioni possibili per il rilievo oculare:

  • Coppa estraibile: le coppe possono venire più o meno estratte, allungando o accorciando il rilievo oculare
  • Coppa pieghevole: le coppe possono venire ripiegate in due sole posizioni, chiuse sui tubi.

Ogni oculare inoltre deve integrare un aggiustamento diottrico che è importantissimo per garantire la migliore messa a fuoco dell'immagine per entrambi gli occhi. Il motivo è semplice: tutte le persone hanno piccolissime differenze diottriche tra gli occhi, chi in modo più accentuato e chi meno, ed è quindi importantissimo poter regolare questo fattore in un binocolo.

Messa a fuoco

Oltre all'aggiustamento diottrico, è anche importante capire la tipologia della messa a fuoco di un binocolo perché è proprio dalla messa a fuoco che dipende la nitidezza dell'immagine visualizzata. Nella maggior parte dei casi, la messa a fuoco è centrale ed è possibile grazie ad una piccola manopola girevole posta tra i due tubi. Ci sono alcuni rarissimi casi in cui la messa a fuoco è indipendente, ed ogni oculare è dotato di una ghiera di messa fuoco: in questo caso il procedimento è identico a quello della regolazione diottrica, ma richiede molto più tempo rispetto alla messa a fuoco centrale.

Alcuni modelli inoltre hanno la messa a fuoco automatica: si tratta di modelli a fuoco fisso in cui la profondità di campo è tale da poter visualizzare oggetti a distanza ravvicinata fino all'infinito.

Dimensioni e peso

Le dimensioni sono un altro fattore molto importante da valutare, perché incidono considerevolmente sulla praticità d'uso del binocolo. Ed anche la scelta di questo fattore dipende dal tipo di utilizzo che se ne dovrà fare. In commercio si possono trovare binocoli tascabili, piccoli e poco pesanti, oppure modelli più grandi molto più scomodi da trasportare.

Chiaramente la scelta tra queste possibilità varia da persona a persona, ma il nostro consiglio è quello di puntare sempre verso modelli leggeri, ma allo stesso adatti al proprio utilizzo: con binocoli troppo pesanti, diventerà difficoltoso l'utilizzo prolungato, per non parlare del trasporto.

Migliori binocoli economici (a meno di 100 euro)

Una volta chiari i fattori da considerare, passiamo alla vera e propria guida all'acquisto. Inizieremo con i dispositivi più interessanti della fascia bassa, dispositivi che nonostante siano molto economici garantiscono un ottimo rapporto qualità prezzo.

APEMAN 12×25

migliori binocoli

Il binocolo APEMAN 12×25 è un buon modello economico estremamente compatto e portatile. È realizzato con un sistema di prismi a tetto ed è in grado di garantire un ingrandimento di 12x con un diametro oculare di 25 mm. È un modello impermeabile, con una protezione in gomma e un'impugnatura anti scivolo che lo rendono molto comodo e le ottiche sono trattate con un antiriflesso multistrato completo.

Olympus DPS I 10×50

migliori binocoli

Altrettanto interessante è l'Olympus DPS I, un binocolo amatoriale economico in grado di garantire un ingrandimento 10x al fronte di un diametro oculare di 50mm. È un modello dotato di correzione diottrica in modo da regolare la vista individuale ed è ottimo per l'osservazione di panorami, grazie al suo campo visivo esteso del 30%. Realizzato con finiture di alta qualità ed estremamente resistente, questo modello è adatto anche all'utilizzo in ambienti naturali e selvaggi.

Migliori binocoli di fascia media (a meno di 200 euro)

Continuiamo la nostra rassegna sui migliori binocoli passando a quelli di fascia media. Si tratta di una fascia di prezzo molto interessante, perché permette di acquistare dispositivi dotati di ottime funzionalità e qualità, venduti ad un prezzo non troppo eccessivo.

QUNSE Binocolo Militare 10×50

migliori binocoli

Il QUNSE Binocolo Militare 10×50 è un modello per adulti in grado di garantire un ingrandimento 10x al fronte di un diametro oculare di 50mm. Integra una bussola nautica con scala di misurazione della distanza, attraverso i dati sulla scala dell'oculare sinistro permette di calcolare direttamente la distanza dall'oggetto. Le ottiche sono di categoria BAK4 e sono rivestite da una pellicola verde FMC antiriflesso in grado di ridurre in modo significativo la riflessione della luce e migliorare la qualità dell'immagine. Infine, il sistema di messa a fuoco è di tipo binoculare.

Nikon Action EX 8X40 CF

migliori binocoli

Il Nikon Action EX 8X40 CF è tra i binocoli professionali più compatti e funzionali in commercio. Utilizza lenti in vetro ED con rivestimento multistrato e basso indice di dispersione, a fronte di un ingrandimento 8x e un diametro delle lenti di 40mm. È un modello impermeabile fino ad 1 metro di profondità ed integra un sistema anti-appannamento con azoto cassetto. Il rivestimento in gomma garantisce una forte resistenza agli urti: questo modello è uno dei preferiti tra i più appassionati del settore.

Migliori binocoli di fascia alta (a più di 200 euro)

Arriviamo infine alla fascia alta, nella quale è possibile trovare dei binocoli molto avanzati, perfetti per gli appassionati o chi è già esperto del settore, dotati delle migliori tecnologie attualmente disponibili e che integrano una serie di funzionalità avanzate.

Omegon Seastar 7×50

migliori binocoli

Il binocolo Omegon Seastar 7×50 è un binocolo per la nautica con ingrandimento 7x: perfetto per la vela o per qualsiasi altra condizione in movimento. Integra una bussola per l'orientamento, una piastra per la misurazione precisa della distanza e garantisce un'alto passaggio della luce con immagini luminose e ricche di contrasto grazie alla luminosità dei prismi BAK-4. Riempito ad azoto, quindi assolutamente anti-appannamento, questo modello è totalmente a tenuta stagna.

Nikon Monarch 5

migliori binocoli

Il Nikon Monarch 5 è il migliore binocolo in assoluto. È un prodotto potente e professionale, caratterizzato da uno scavo ofite in alluminio che lo rende estremamente leggero. L'impugnatura è molto comoda e i vetri ED garantiscono un'immagine perfetta. L'estrazione pupillare è di 20 mm, il che lo rende adatto anche a chi porta gli occhiali ed è un prodotto perfetto per i birdwatchers e gli appassionati di osservazioni naturalistiche: l'ingrandimento è 8x e il diametro delle lenti è di 42mm.