Se ti chiedessero di scegliere tra un uovo oggi o una gallina domani, cosa preferiresti? Gli scienziati italiani dell'Università di Padova si sono chiesti cosa porti le persone ad optare per una o l'altra possibilità e se la risposta possa essere indicativa della nostra personalità. Le conclusioni a cui sono arrivati ci svelano chi siamo a seconda se preferiamo l'uovo oggi o la gallina domani.

Personalità, uova e galline. Grazie all'utilizzo di un algoritmo, gli scienziati hanno scoperto che:

  • chi sceglie l'uovo oggi, cioè chi opta per una ricompensa minore ma immediata, ha scarse prestazioni cognitive, più alti livelli di aggressività, di ostilità e di stress. E non solo, queste persone tendono ad avere un indice di massa corporea più alto, un livello socio-economico più basso, fanno un maggior uso di droghe e hanno addirittura un volume cerebrale inferiore
  • chi sceglie la gallina domani, quindi chi opta per una ricompensa maggiore ma sul lungo periodo hanno un livello più alto di intelligenza, di memoria verbale, di abilità spaziali. E non solo, questi soggetti mostrano una migliore abilità e prestanza fisica, un più alto livello socio-economico e culturale, oltre a caratteristiche di personalità più positive e un maggior benessere e soddisfazione nella vita: in generale hanno un maggior volume di materia grigia.

I vantaggi dell'autocontrollo. Le analisi di connettività funzionale cerebrale, effettuate dagli scienziati, mostrano che un miglior autocontrollo si traduce in una più forte regolazione tra aree corticali legate al controllo e aree limbiche e para-limbiche classicamente associate al piacere.

La genetica non conta. Gli scienziati fanno sapere che la tendenza a scegliere l'uovo o la gallina non è determinata dalla genetica, ma da fattori ambientali, quindi dalla cultura e dall'educazione.

Come sono giunti a queste conclusioni. Per definire le personalità di chi sceglie l'uovo oggi o la gallina domani (stiamo parlando in generale di ricompense), gli scienziati hanno utilizzato l'approccio di ottimizzazione di Pareto che identifica eventuali compromessi tra diverse funzioni e tratti cognitivi, di personalità e di comportamento e che sono associati alla ricompensa e all'auto-controllo. Attraverso un algoritmo che ha analizzato i dati raccolti da 1200 individui, gli esperti hanno individuato tre archetipi:

  • chi ha una preferenza stabile verso le ricompense più grandi, anche se sul lungo periodo
  • chi ha una preferenza per le ricompense immediate, anche se più piccole
  • chi ha una preferenza verso le ricompense ritardata se effettivamente molto più grandi.