Lo stress ha effetti negativi sul nostro cervello già a partire dai 40 anni: ne riduce le dimensioni e provoca danni alla memoria. Questo è quanto sostengono i ricercatori della University Of Texas Health Science Center di San Antonio come spiegato all'interno del loro studio pubblicato sulla rivista Neurology. Ma vediamo cosa provoca la riduzione del nostro cervello.

Stress e cortisolo. I ricercatori hanno raccolto dati da 2.231 partecipanti e ne hanno sottoposto 2.081 a risonanza magnetica per osservarne le condizioni del cervello. Ad ogni partecipante, mediamente di 48,5 anni, hanno raccolto un campioni di saliva durante la mattina (tra le 7.30 e le 9) e ne hanno analizzato i risultati. Dai test effettuati è emerso che i soggetti con un livello maggiore di cortisolo avevano un cervello ridotto e mostravano problemi alla memoria e alle capacità di ragionamento.

Cos'è il cortisolo. Il cortisolo, detto anche l'ormone dello stress, è un ormone che viene rilasciato dal nostro cervello quando viviamo situazioni particolarmente stressanti e che può danneggiarci quando i suoi livelli restano alti per un lungo periodo. Questo significa che lo stress non è pericoloso di per sé, ma può diventarlo se protratto nel tempo. “Il cortisolo influisce su molte funzioni”, ha spiegato l'autore principale dello studio, Justin B. Echouffo-Tcheugui, MD, Ph.D., della Harvard Medical School.

Come ridurre lo stress. In una società stressante come la nostra, questi risultati devono farci riflettere su quali possano essere le conseguenze sul nostro cervello e portarci a migliorare il nostro stile di vita al fine di ridurre i livelli di cortisolo. Ma come fare? L'ideale sarebbe migliorare la qualità e la quantità delle ore di sonno e praticare attività fisica.

Conclusioni. “Il ritmo più veloce della vita di oggi probabilmente significa più stress e, quando siamo stressati, i livelli di cortisolo aumentano perché questa è la nostra risposta di lotta o fuga”, ha detto il dott. Seshadri. “Quando abbiamo paura, quando siamo in qualche modo minacciati, i nostri livelli di cortisolo aumentano. Questo studio suggerisce che non è mai troppo presto per essere consapevoli della necessità di ridurre lo stress”.