Strano ma vero, ad una donna in Cina è stata diagnosticata la perdita dell’udito a bassa frequenza. La paziente infatti non riusciva a sentire il suono delle voci maschili, mentre udiva quello delle voci femminili. Ma come è possibile? Vediamo insieme i dettagli di questo strano caso medico.

La notte prima. La paziente, una donna di 24 anni della città di Xiamen, di cui è stato rivelato solo il cognome, e cioè Chen, ha raccontato di essere andata a dormire con un forte senso di nausea ed un ronzio fastidioso nelle orecchie e di essersi risvegliata il giorno dopo incapace di udire la voce del suo compagno. La coppia si è così immediatamente recata in pronto soccorso.

Perdita dell’udito ‘particolare’. Una volta giunta all’ospedale, la donna è stata visitata e la stessa dottoressa che l’aveva in cura racconta di come la paziente riuscisse a sentire la sua voce, ma non quella di un giovane paziente maschio che si trovava casualmente nella stanza. La dottoressa è così giunta alla conclusione che la paziente soffriva di una rara condizione chiamata ‘perdita dell’udito con pendenza inversa’ che appunto implica l’incapacità di sentire i suoni a bassa frequenza, come le voci maschili appunto, ma non quelli ad alta frequenza, come le voci dei bambini e delle donne. Inoltre, chi soffre di questa condizione rischia di non sentire anche il suono dei veicoli, dei temporali o delle voci al telefono.

Rara ma curabile. Questa perdita dell’udito specifica è una condizione rara che può essere influenzata da basi genetiche e/o da infezioni e malattie gravi durante l’infanzia, così coma dal cambiamento della pressione del fluido all’interno dell’orecchio. Per quanto la diagnosi di questa condizione non sia semplice, la dottoressa è riuscita ad identificarla e la paziente è stata curata riuscendo a recuperare l’udito completamente.