Lo sperma degli uomini che mangiano regolarmente noci, noccioline e mandorle è migliore di quelli che non ne mangiano mai. La scoperta arriva dai ricercatori della spagnola Human Nutrition Unit of the Universitat Rovira i Virgil in Reus che hanno pubblicato lo studio intitolato “Effect of nut consumption on semen quality and functionality in healthy males: a randomized controlled trial”. Attenzione però, il miglioramento della qualità dello sperma, non influenza necessariamente sulla fertilità degli uomini.

Lo studio. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno chiesto la partecipazione di 119 persone tra i 18 e i 35 anni che seguivano una dieta occidentale e li hanno suddivisi in due gruppi: per 14 giorni hanno chiesto ad un gruppo di proseguire con la loro alimentazione e di mangiare in più 60 grammi di noci, noccioline e mandorle, agli altri invece non sono state somministrate aggiunte alla dieta.

Sperma migliore. Dai test effettuati sullo sperma dei partecipanti, prima e dopo l'esperimento, i ricercatori hanno evidenziato un miglioramento nel numero degli spermatozoi, ma anche della loro vitalità, motilità (come si muovono) e morfologia. Nello specifico hanno evidenziato un incremento del 16% per quanto riguarda il numero, del 4% per la vitalità, del 6% per la motilità e dell'1% per la morfologia.

Noccioline per la fertilità? Per quanto questi parametri siano associali alla fertilità, i ricercatori spiegano che però non è detto che il miglioramento dello sperma in questo caso influenzi effettivamente la capacità riproduttiva. Ma comunque noccoline, noci e mandorle rappresentano un buon alimento per la dieta maschile.

Come è possibile? I ricercatori spiegano che i vantaggi di noci, noccioline e mandorle potrebbero essere connessi agli omega 3, agli antiossidanti e ai folati presenti in questi alimenti che hanno benefici in generale sulla nostra salute.