Le aspettative della società sulla nostra identità di genere modificano il cervello umano a livello cellulare, questo è quanto sostengono gli scienziati che ci spiegano quali siano le differenze tra ‘genere’ e ‘sesso’ e che implicazioni abbiano sul nostro sviluppo: ecco cosa c’è sapere.

Sesso vs genere. Innanzitutto va spiegata la differenza tra ‘sesso’ e ‘genere’, il sesso è infatti basato su fattori biologici come i cromosomi sessuali o gli organi riproduttivi, diversamente il genere è una componente sociale che è influenzata dalle aspettativi e dai comportamenti basati su come un individuo percepisce il sesso.

Identità di genere e cervello. Gli esperti spiegano che questi comportamenti e queste aspettative riguardanti l’identità di genere sono essere riscontrati in ‘marchi epigenetici’ nel cervello che guidano le funzioni biologiche e altri aspetti come la memoria, lo sviluppo e il rischio di malattie. In pratica questi ‘marchi epigenetici’ ci aiutato a determinare quali geni vengano espressa e, a volte, possono essere trasmessi tra le cellule quando si dividono, oltre che da generazione a generazione. “Mentre siamo abituati a pensare alle differenze tra il cervello di uomini e donne, siamo molto meno abituati a pensare alle implicazioni biologiche sull'identità di genere, spiegano i ricercatori, Ora ci sono prove sufficienti per suggerire che un'impronta epigenetica del genere sia una conclusione logica. Sarebbe strano se non fosse così, perché tutte le influenze ambientali di qualsiasi importanza possono cambiare il cervello in modo epigenetico”.

Come lo hanno scoperto. Le conclusioni a cui sono arrivati gli esperti si sono basate su alcuni studi. In uno, ad esempio, gli scienziati hanno fatto in modo che i topi femmine mamme dessero alle femmine le attenzioni tipiche che di solito danno ai maschi leccandoli, così facendo le femmina hanno ricevuto un stimolazione extra. Quanto agli esseri umani, gli esperti hanno analizzato i dati di uno studio cinese che mostrava come nelle famiglia in cui le risorse venivano impiegare sugli uomini portavano a un maggior rischio di disabilità e ignoranza tra le femmine da adulte.

Conclusioni. La ricerca sottolinea dunque come lo stress legato al genere vissuto durante l’infanzia influenzi il futuro delle persone con affetti anche sul cervello.