Quando in casa arriva un micio, la prima cosa da fare è quella di dotarsi di un'apposita lettiera per gatti. Si tratta di quella zona dedicata ai suoi bisogni e dove il pelosetto troverà la toilette con la sabbia.
La lettiere per gatti servono ad assorbire l'urina del gatto e coprirne le feci in modo da ridurre al minimo la formazione di odori e di batteri.
In commercio esistono tante tipologie di lettiera per gatti, da quelle autopulenti per la pulizia automatica della sabbia, alle lettiere in silicio: la scelta va fatta tenendo in considerazione le esigenze del proprietario di contenere il più possibile gli odori ma anche le preferenze del pelosetto.
Non esiste una lettiera migliore in assoluto, tutto dipende dalla toilette che si sceglie e dalla sabbia che si utilizza.

Migliori lettiere autopulenti per gatti

Iniziamo la nostra classifica con una selezione delle migliori lettiere per gatti autopulenti, ossia quelle dotate di meccanismi automatici che rendono estremamente più semplice la pulizia della lettiera.

1. Catit Smartsift: la migliore toilette per gatti autopulente

La toilette per gatti autopulente Catit Samrtsift è tra le migliori per facilità di utilizzo e per rapporto qualità/prezzo. È una cassetta chiusa con porta basculante frontale e dotata di un sistema molto semplice e pratico per la pulizia: dopo che il gatto avrà fatto i suoi bisogni, basterà tirare la levetta laterale per separare la sabbia pulita dai bisognini del micio che finiranno in un apposito cassetto dotato di sacchetto.
Il sistema funziona bene e il cassetto della raccolta dei bisogni riesce a contenere gli odori. Di contro, la lettiera ha dimensioni un pò ingomgranti.

2. Lettiera autopulente Omega Paw Roll n' Clean

Anche questo modello di Omega Paw è una toilette per gatti chiusa con sistema autopulente. A differenza del modello precedente, questa lettiera per gatti non è dotata di un sistema meccanico di pulizia ma è di una griglia interna che separa la sabbia dai bisogni del gatto. Basterà semplicemente ruotare la cassetta e, attraverso la griglia, la sabbia sarà filtrata: i bisogni finiranno in un apposito cassetto da estrarre utilizzando la maniglia mentre la sabbia pulita ritornerà nel suo vano dopo che la lettiera sarà rimessa in posizione frontale.

3. Lettiera per gatti con setaccio Cat Centre

La cassetta aperta di Cat Centre è dotata di un pratico sistema a setaccio che rende estremamente semplice la pulizia della lettiera. La parte sottostante è formata da due contenitori ed un setaccio: quando è il momento di pulire la lettiera, basterà sollevare il setaccio e la sabbia pulita si separerà automaticamente dalla sabbia agglomerata. La lettiera ha il bordo alto, così da evitare che il gatto, scavando, faccia uscire la sabbietta, ed è molto spaziosa. Ovviamente, essendo aperta, non riesce a trattenere gli odori ma è molto più economica rispetto ai modelli precedenti.

Migliori lettiera per gatti antiodore

Le lettiere per gatti antiodore sono quelle chiuse dotate di particolari filtri antiodore. Questa tipologia di toilette riesce a contenere gli odori soprattutto se utilizzate con una sabbia antiodore. Vediamo quali sono le migliori.

1. Lettiera per gatti chiusa e antiodore Imac

Particolarmente apprezzata per la bellezza estetica che per la funzionalità, la lettiera Sandbox Cats di Imac è dotato nella parte superiore di un filtro al carbone che riesce a neutralizzare gli odori grazie anche alla porta basculante che riesce a limitare il propagarsi degli olezzi. Dotata di una maniglia che ne rende semplice lo spostamento, la lettiera è provvista di un comodo cassetto igienico per la pulizia della sabbia e due vani, uno dove riporre la paletta ed uno per i sacchetti igienici.

2. Toilette chiusa Easy Cat

La cassetta per lettiera di Easy Cat è particolarmente apprezzata per le dimensioni compatte e per il grande spazio interno che permette al gatto di muoversi in tranquillità. Grazie al filtro al carbone attivo e alla porta basculante, i cattivi odori vengono trattenuti all'interno della lettiera così come anche la sabbia che non fuoriesce nemmeno quando il gatto scava. Molto semplici anche le operazioni di pulizia: basta separare la copertura dalla vaschetta e rimuovere i bisogni del gatto con la comoda paletta in dotazione. Disponibile in 3 diversi colori.

3. Sabbia per gatti antiodore Siria

Per ridurre al minimo gli odori, oltre ad una toilette chiusa e con filtri, è importante anche utilizzare una sabbia capace di trattenere gli odori. Questa di Siria è la migliore sabbia per gatti inodore disponibile in commercio. Si tratta di una lettiera agglomerante e biodegradabile, ottenuta da materie prime di origine vegetale. La sabbia è ottenuta dalla macinazione dei granuli di tutolo del mais che vengono poi lavorati con un particolare biotecnologia che ne migliora la capacità di assorbire i liquidi e, contemporaneamente, di trattenere gli odori, evitando così il formarsi di sgradevoli olezzi. Grazie al forte potere agglomerante, si riesce a garantire una migliore pulizia della lettiera.

Migliore lettiera per gatti in silicio

Molti proprietari di gatti trovano la lettiera per gatti in silicio tra le migliori da utilizzare nella toilette del propio animale domestico. Questa particolare tipologia di sabbia viene realizzata usando il gel di silicio ed è molto apprezzata per la capacità assorbente.

1. Lettiera in silicio Long Life di Cat&Rina

La lettiera ai cristalli di silicio di Cat&Rina è a lunga durata, garantendo l'igiene fino ad un mese. Ha un alto potere assorbente ma non è agglomerante: l'urina del micio viene "catturata" dai granuli di silice riescono a trattenere anche gli odori. Ha proprietà batteriostatiche e anallergiche, non crea polvere ed è sicura sia per il gatto che per il proprietario. È disponibile sia nella formulazione classica che profumata al talco.

2. Diamonds di Sanicat

Brand molto conosciuto ed apprezzato, Sanicat ha realizzato questa lettiera in perle di gel di silice capace di combinare un'alta capacità assorbente ad un ottimale controllo degli odori. La grana delle perle è sottile e fine in modo da non creare fastidio alle zampine del gatto. Ha una durata di circa 7-10 giorni e va sostituita completamente quando le perle di gel di silicio sono diventate gialle. La lettiera è disponibile senza profumo o con aroma di aloe vera, agrumi o lavanda.

3. Magic Clean di Vitakraft

Formula composta con scaglie di silice in due colori, blu e bianco, Magic Clean di Vitakraft è una lettiera in silicio che assorbe bene i liquidi e riesce ad intrappolare gli odori, contribuendo a migliorare l'igiene della lettiera stessa. Ha una buona durata, tra le 2 e le 3 settimane, e non è agglomerante.

Migliore lettiera agglomerante per gatti

Le lettiere per gatti agglomeranti sono sicuramente tra le più utilizzate in quanto rendono molto semplice la pulizia della toilette del gatto e si utilizza meno sabbia rispetto alle lettiere non agglomeranti.

1.Diamond Care Classic di Biokat's

La lettiera agglomerante di Biokat's è realizzata con carbone attivo naturale ed aloe vera: il carbone attivo riesce a catturare gli odori mentre l'aloe vera, oltre a dare una sensazione di freschezza a contatto con le zampine del gatto, rilascia un naturale profumo vegetale. La consistenza della sabbia è abbastanza fine e crea degli agglomerati piatti che facilitano la pulizia della toilette del nostro animale.

2. Sabbia biodegradabile e agglomerante Cat's Best

Tra le migliori sabbie per gatti biodegradabili c'è questa di Cat's Best. Realizzata a base di legno e al 100% con fibra organica pura, la lettiera riesce ad agglomerarsi molto bene con i liquidi, trattenendo al tempo stesso gli odori. Grazie alla sua biodegradabilità, i bisogni del gatto possono essere smaltiti comodamente nel water.

3. Selection Mediterraneo di Sanicat

La lettiera agglomerante Selection Mediterranea di Sanicat è realizzata a base di bentonite, un'argilla naturale che è alla base della maggior parte della lettiere per gatti per la sua elevata capacità di trattenere liquidi e odori. Questa di Sanicat non fa eccezione: i bisogni del gatto vengono agglomerati molto bene e la sabbia e della giusta grandezza per scivolare via facilmente dalla paletta senza però attaccarsi alle zampine del gatto. Inoltre, anche la capacità di assorbire gli odori risulta ottimale.

Lettiera per gatto: come sceglierla

I gatti sono animali estremamente puliti che imparano in maniera istintiva ed autonomamente ad utilizzare la loto toilette. Sono, però, al tempo stesso, anche molto esigenti: non tutti amano lo stesso tipo di sabbia e non tutti possono trovare confortevole una toilette chiusa. Nella scelta della migliore lettiera per il nostro gatto è importante tenere in considerazione sopratutto le necessità del nostro amico a quattro zampe che possiamo in molti casi riuscire a far combaciare con le nostre.

Tipologie di toilette

La prima scelta da fare riguarda la tipologia di toilette per la lettiera del nostro gatto. I modelli in commercio possono essere toilette chiuse, cassette aperte o lettiere autopulenti:

  • la toilette chiusa è quella dotata di copertura e di porta basculante, garantiscono una migliore privacy al micio che può dedicarsi ai suoi bisogni senza sentirsi osservato. Inoltre, le lettiere chiuse riescono a trattenere bene gli odori, ci sono alcuni modelli antiodore che sono dotati anche di filtri al carbone, e nascondono il contenuto della lettiera alla vista di eventuali ospiti;
  • il gatto per sua natura ama fare i bisogni all'aria aperta e la cassetta aperta permette di ricreare in parte la sensazione di spazio aperto. Ovviamente, a differenza delle toilette chiuse, le cassette aperte non trattengono gli odori e quindi devono necessariamente essere poste fuori casa e al riparo dalla pioggia;
  • le toilette autopulenti, invece, possono essere aperte o chiuse. In linea generale, le toilette chiuse sono dotate di un sistema automatico di pulizia da attivare tramite una piccola leva, le cassette aperte autopulenti, invece, sono dotate di una griglia da utilizzare come "setaccio" per separare la sabbia agglomerata e i bisogni dalla lettiera pulita.

Oltre alla tipologia, è molto importante anche il posto in cui viene posizionata la toilette per gatti, un punto appartato della casa in cui il gatto può godersi la sua privacy.

Tipologie di sabbia

Anche la scelta della sabbia per la lettiera ricopre un ruolo importante. La sabbia ha lo scopo di rendere confortevole il momento dei bisogni al gatto e deve permettere ai proprietari di pulire facilmente la lettiera oltre a contenere il più possibile gli odori.
La sabbia più utilizzata e diffusa è quella realizzata con bentonite o argilla, due sostanze con un'alta capacità di assorbimento. In commercio esistono tante tipologie di sabbia, ognuna della quali ha dei pro e dei contro:

  • agglomerante: è una sabbia a grana più o meno grossa che "fa la palla", cioè a contatto con i liquidi crea un blocco solido semplice da togliere. Con questa sabbia la pulizia della lettiera è più puntale ed economica: basta eliminare solo le parti agglomerate senza necessariamente sostituire ogni volta tutta la sabbia. La dimensione della grana, però, potrebbe dare fastidio ai gatti con le zampette più sensibili.
  • non agglomerante: ha una grana più fine e riesce a trattenere bene gli odori. Non crea la palla, quindi, se i bisogni solidi possono essere rimossi tutti i giorni, per eliminare l'urina sarà necessario sostituire completamente la sabbia quando questa avrà esaurito la sua capacità di assorbenza.
  • biodegradabile: si tratta di lettiere vegetali ed ecologiche, realizzate con sostanze di origine naturale come il mais e il legno. Sono molto assorbenti ed, in genere, agglomeranti. Possono essere smaltite nel WC o nell'umido.
  • in silicio: le lettiere in cristalli di silicio sono assorbenti, non agglomeranti ed hanno una grana grossa, molto simile al sale. Hanno un'alta capacità assorbente: l'urina del gatto viene "catturata" all'interno del cristallo insieme agli odori. Quando i cristalli da bianchi saranno diventati gialli, sarà necessario sostituire completamente la sabbia.
  • profumata: questa tipologia di sabbia può essere agglomerante, non agglomerante o in silicio. Ciò che le differenzia dalle altre è l'aggiunta di profumazioni (talco, agrumi, lavanda, aloe vera) che aiuta a neutralizzare gli odori. Non tutti i gatti amano le sabbiette profumate che, al loro olfatto felino, può essere molto forte. In più, le profumazioni a volte vengono realizzate aggiungendo sostanze chimiche che possono causare reazioni allergiche al micio.

Pulizia della lettiera

Ogni quanto va cambiata la sabbia nella lettiera del gatto? Dove si butta? Quanta sabbia bisogna mettere nella lettiera? Queste sono solo alcune delle domande più frequenti che vengono fatte in merito alla gestione e alla pulizia della lettiera. Non esistono delle regole generali perché molto dipende dall'utilizzo che ne fa il gatto e dalla tipologia di sabbia che si utilizza.
In primis, la quantità di sabbia da aggiungere alla lettiera deve essere tale da permettere al gatto di scavare, quindi tra i 3 e i 5 centimetri.
Per quanto riguarda l'igiene e la sostituzione della sabbietta, ogni giorno devono essere eliminate le feci e le parti agglomerate – nel caso si usi una sabbia agglomerante. Ogni una o due settimane bisogna sostituire completamente la sabbia.
Periodicamente, almeno una volta al mese, la lettiera dovrà essere svuotata e disinfettata a fondo. Esistono dei prodotti appositi che aiutano a rimuovere residui organici ed eventuali odori. Si consiglia, però, di non usare prodotti dalle profumazioni troppo forti ma scegliere soluzioni più naturali come acqua calda e bicarbonato o aceto.