Se mi pungo con una siringa in spiaggia mi ammalo di AIDS, se bacio una persona posso contrarre il virus dell’HIV, se ho l’AIDS sono destinato a morire presto. Siamo sicuri che sia davvero così? Abbiamo intervistato gli esperti dell’Unità Operativa Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione (Dipartimento Malattie Infettive – Istituto Superiore di Sanità) ed ecco quali sono le principali bufale su HIV e AIDS e facciamo chiarezza per evitare allarmismi e per essere più consapevoli.

1.'L'HIV si può contrarre con i baci’
No. Il bacio, anche se profondo (con la lingua per intenderci) non è a rischio per l’HIV.
Il virus dell’HIV infatti può essere trasmesso:

  • per via sessuale con rapporti vaginali, anali, oro-genitali non protetti dal preservativo maschile, femminile o dental dam
  • attraverso sangue infetto con scambio immediato di siringhe per uso endovenoso o attraverso scambio di sangue in un contatto diretto tra ferite profonde, aperte e sanguinanti
  • per trasmissione verticale, da madre sieropositiva a figlio durante la gravidanza, il parto o l’allattamento al seno.

2. ‘Se ho contratto il virus HIV, mi ammalo sicuramente di AIDS’
No. Bisogna innanzitutto distinguere l’HIV dall’AIDS.

L’HIV è il Virus dell’Immunodeficienza Umana che provoca un’infezione cronica.

L’AIDS invece è la Sindrome da Immunodeficienza Acquisita, causata dal virus dell'immunodeficienza umana (HIV).
Ad oggi è disponibile la Terapia Combinata ad Alta Efficacia (HAART) che riesce a mantenere l’infezione da HIV sotto controllo per molti anni prevenendo l’insorgenza dell’AIDS.

3. ‘Se mi sono punto in un parco con l'ago di una siringa, sono a rischio HIV
No. l’HIV non si può trasmettere in seguito alla puntura dell’ago di una siringa, in quanto il virus HIV, fuori dal corpo umano, esposto alle normali condizioni ambientali, perde la sua capacità infettante e tende ad inattivarsi nel giro di pochi minuti.

4. ‘Se una zanzara punge una persona con HIV e poi punge me, sono a rischio’
No
. Quando le zanzare ci pungono, iniettano nel nostro corpo la loro saliva per succhiare il nostro sangue, eventuali residui di sangue di un’altra persona non sono sufficienti per provocare il contagio e il virus stesso sarebbe inattivo poiché fuori dal corpo umano. Inoltre il virus dell’HIV è un virus umano che quindi non infetta la zanzare.

5. ‘Se ho l'AIDS sono destinato ad una vita più breve e a condizioni di salute peggiori’

No. Non più. Ad oggi infatti esistono terapie che, anche in caso di AIDS conclamato, sono in grado di far regredire l'infezione da HIV ad una fase di latenza clinica, quindi asintomatica.  La prospettiva di vita di una persona con HIV non viene modificata dall’infezione.