L’acqua del Lago di Garda è influenzata dalla rotazione della Terra che ne modifica l’ecosistema, questo è quanto sostengono gli scienziati che hanno analizzato i dati relativi al celebre lago italiano, vediamo insieme come sono giunti a questa conclusione e cosa hanno scoperto.

La Terra gira e anche il Garda. Sebastiano Piccolroaz dell’Università di Utrecht e Marina Amadori dell’Università di Trento ci spiegano di aver analizzato i dati relativi all’idrodinamica del Lago di Garda tra il 2017 e il 2018 e di aver così potuto constatare che la rotazione terrestre influenza il movimento dell’acqua nel Lago di Garda. Ma come?

Cosa succede nel Lago di Garda. Gli esperti spiegano che quando il vento soffia lungo l'asse principale del Lago di Garda, la rotazione terrestre provoca una circolazione secondaria che sposta lateralmente l'acqua, proprio da una costa all'altra, e questo crea una differenza di temperatura dell'acqua tra la costa a est (Veneto) e quella occidentale (Lombardia). Tutto ciò influenza anche l'ecologia del lago, poiché il movimento contribuisce al trasporto di ossigeno, di sostanze nutritive e di altre sostanze dalla superficie agli strati profondi e viceversa. Gli scienziati sottolineano che nel caso dei venti di Foehn, le superfici di acqua fredda lungo il lato orientale del lago, che sono in risalita, e l'acqua più calda si spostano lungo il lato occidentale. I dati analizzati mostrano che, in particolare tra febbraio e aprile, quando la temperatura dell'acqua del lago è ai minimi, il movimento verticale può raggiungere anche il fondo del lago, quindi una profondità di 350m. “Non ci aspettavamo di osservare sul Lago di Garda un evento tipico delle zone costiere di oceani e grandi laghi” concludono gli esperti.

Lo studio, intitolato “Importance of planetary rotation for ventilation processes in deep elongated lakes: Evidence from Lake Garda (Italy)”, è stato pubblicato su Scientific Reports.