Il rover Perseverance della Mars 2020 Mission è partito in questi minuti dalla rampa di lancio di Cape Canaveral ed è ora diretto verso Marte. Il razzo Atlas V con a bordo il rover è partito dallo storico sito di lanzio in Florida alle 7:50 circa locali (quando in Italia erano le 13:50) in perfetto orario rispetto alla scaletta iniziale. Il momento lancio è arrivato dopo una serie di rinvii, dovuti in parte all’emergenza coronavirus e a problemi relativi al veicolo di lancio.

In questi momenti il rover è quindi diretto verso la superficie del pianeta rosso, dove avrà il compito di cercare tracce di vita microbica passata e di raccogliere campioni di rocce e suolo e conservarli sulla superficie del Pianeta in vista di una futura missione, programmata per il 2026, che li porterà sulla Terra per ulteriori studi. A bordo del razzo Atlas V si trova Perseverance, il rover tecnologicamente più avanzato della NASA, dotato anche di un piccolo drone chiamato Ingenutity, un prodigio dell’ingegneria aerospaziale alto appena 50 centimetri e dal peso di 1,8 chilogrammi che, se riuscirà a prendere quota, diventerà il primo velivolo a motore in grado di volare in un’atmosfera costituita principalmente di anidride carbonica.

Ora non resta che attendere l'arrivo del rover sulla superficie di Marte, momento in cui la missione potrà avere davvero inizio con l'esplorazione del pianeta rosso da parte dei due droni. Il viaggio verso Marte avrà una durata di sette mesi, con un atterraggio previsto per il prossimo 28 febbraio nel cratere Jezero, situato sul lato occidentale di Isidis Planitia, appena sopra l’equatore, scelto dalla NASAperché epoche in remote ospitava un lago in cui confluiva il delta di un fiume, dunque luogo ideale per esaminare strati di sedimenti e ricercare tracce di vita. La missione durerà almeno un anno su Marte (circa 687 giorni terrestri).