L'Agenzia Spaziale Europea ha diffusolo la mappa delle stelle che compongono la Via Lattea. Più di un miliardo di stelle osservate, analizzate e catalogate da Gaia, il satellite che sta svolgendo una missione spaziale astrometrica grazie alla quale possiamo ottenere le misurazioni, le posizione e i movimenti dei corpi celesti. Lanciato il 19 dicembre del 2013, il satellite ora ci consegna le informazioni raccolte su 1.142 milioni di stelle che verranno elaborate per la realizzazione di una mappa 3D.

Le osservazioni, avvenute tra il luglio 2014 e il settembre 2015, ci ridanno oggi una mappa molto dettagliata che mostra la densità delle stelle in varie porzioni del cielo. In pratica le zone più chiare indicano una maggiore intensità di stelle, mentre quelle più scure corrispondono a porzioni di cielo con meno corpi celesti. “La Via Lattea – spiegano dall'ESA – è una galassia a spirale la cui struttura è quella del disco galattico, che nelle immagini è la zona più chiara, che si distende in lunghezza, e che è particolarmente luminosa al centro”. Quanto alle regioni più scure intorno al disco, si tratta di nubi interstellari composte da gas e polveri. I due punti luce che vediamo in basso a destra invece sono la Grande e la Piccola Nube di Magellano, due galassie nane che orbitano nella Via Lattea.

Il satellite sta lavorando bene e stiamo riuscendo a dimostrare che è possibile analizzare miliardi di stelle – ha affermato lo scienziato Timo Prusti dell'ESA – Per quanto queste informazioni siano ancora preliminari, abbiamo voluto renderle pubbliche alla comunità scientifica per poterle utilizzare”. Le immagini infatti potranno aiutare gli astronomi di tutto il mondo impegnati in ricerche che, grazie all'accuratezza fornita da Gaia, potranno portare a risultati più approfonditi e precisi.

Gaia è ancora in giro, quindi il lavoro del satellite non si è ancora concluso. Nei prossimi mesi potremo conoscere ancora meglio la Via Lattea in cui viviamo.

[Foto di ESA]