Foto REMA
in foto: Foto REMA

La mappa in alta risoluzione e più dettagliata di sempre di Antartide è stata pubblicata online e sta facendo impazzire tutti noi che adesso possiamo osservare ‘da vicino' la regione del polo sud habitat naturale del pinguino imperatore e del pinguino di Adelia, ma anche di foche e krill. Ma a cosa serve realmente?

Una mappa ‘speciale'. I ricercatori della Ohio State University fanno sapere di aver collaborato alla realizzazione della mappa più dettagliata di sempre di Antartide che ci permette di osservare tra due o otto metri di risoluzione un territorio sconosciuto a noi che viviamo così distanti. Fino ad ora la risoluzione massima ottenuta era di 1.000 metri. “È la mappa del terreno con la più alta risoluzione di qualsiasi continente” spiega il professore Ian Howat che ha partecipato alla realizzazione di quello che può essere definito uno strumento di ricerca. “Fino ad oggi avevano mappe più dettagliate di Marte che di Antartide”.

Antartide, come lo vedevamo prima (sinistra) come lo vediamo ora con REMA (destra)
in foto: Antartide, come lo vedevamo prima (sinistra) come lo vediamo ora con REMA (destra)

Il REMA e Antartide. Il progetto di mappatura di chiama “The Reference Elevation Model of Antarctica (REMA)” e permetterà di tenere sott'occhio tutti i cambiamenti di Antartide e cambierà la ricerca in questo settore, spiegano gli esperti: “Grazie a questa risoluzione, possiamo vedere quasi tutto. In realtà, in alcuni punti possiamo vedere variazioni della neve. Saremo in grado di misurare i cambiamenti nella superficie del continente nel tempo”.

Il riscaldamento globale e i cambiamenti del territorio. “La mappa è sufficientemente precisa da permettere agli scienziati di pianificare viaggi sul terreno insidioso di questo continente” spiegano gli esperti entusiasti del lavoro realizzato “Potremo osservare i cambiamenti del manto nevoso, dei moti del ghiaccio e saremo in grado di monitorare le condizioni del fiume, le inondazioni e i vulcani. Potremo inoltre osservare il diradamento dei ghiacciai”. Insomma, grazie alla tecnologia adesso possiamo saperne di più di Antartide che, come in generale tutto il nostro Pianeta, sta risentendo degli effetti del riscaldamento globale di cui siamo responsabili.