La disuguaglianza di genere uccide le bambine sotto i 5 anni più dei bambini e interferisce con il naturale vantaggio biologico che dovrebbe invece farle vivere più a lungo. Questo è quanto sostengono i ricercatori della Queen Mary University che hanno analizzato i dati raccolti da 195 paesi giungendo a questa triste realtà. Ma cos'è la disuguaglianza di genere? E perché mette a dura prova la sopravvivenza delle bambine?

Un mondo sessista. Viviamo in un mondo basato su un'ideologia sessista che considera più i bambini rispetto alle bambine e questo porta le giovani ad andare incontro ad un maggior rischio di mortalità a causa delle scarse risorse destinate alla loro salute, così come alla maggior esposizione alle malattie.

Morti precoci. Nel mondo milioni, quasi sei, sono i bambini che muoiono prematuramente sotto i 5 anni, più della metà di queste morti potrebbero essere evitabili e sono il risultato di situazioni socio-economiche che non permettono un normale accesso alle cure mediche, in particolare nei paesi in via di sviluppo dove alle donne spesso è negato l'accesso all'educazione. Lo studio ha messo in comparazione i tassi di mortalità di 195 paesi dei bambini sotto i 5 anni, in base al sesso. Secondo l'Indice di Disuguaglianza di Genere, che varia da 0 (società eque) a 1 (società inique), l'Italia ha ottenuto un punteggio di 0,085, in un range che va dall'0,04 della Svizzera allo 0,767 dello Yemen, con una media mondiale di 0,36.

Disuguaglianza di genere, cos'è. Quando parliamo di disuguaglianza di genere ci riferiamo al trattamento impari che le femmine subiscono rispetto ai maschi, un sessismo dilagante che porta le prime ad essere discriminante rispetto ai secondi: capita infatti che, soprattutto nei Paesi più poveri, le bambine abbiano meno accesso alle cure mediche, alle vaccinazioni e all'istruzione, creando un circolo vizioso che va contro natura. Secondo i dati biologici infatti le femmine vivono naturalmente di più rispetto ai maschi.

Cosa fare? I ricercatori spiegano che è necessario intervenire per garantire alle bambine gli stessi diritti dei bambini e in generale per creare società in cui i sessi siano considerati pari.