La diarrea è importante per il nostro organismo perché serve per espellere quei batteri che potrebbero provocare lo sviluppo di infezioni gastrointestinali. La scoperta arriva dal Brigham and Women's Hospital che su Cell Host & Microbe ha pubblicato lo studio intitolato “L-22 upregulates epithelial claudin-2 to drive diarrhea and enteric pathogen clearance” attraverso il quale ha analizzato la domanda che da secoli ‘affliggeva' i ricercatori: ma la diarrea serve a qualcosa?

Cos'è la diarrea. La diarrea è un disturbo della defecazione che, come sappiamo, consiste in un incremento dell'emissione di feci rispetto alla quantità giornaliera e che, se persistente, può rappresentare un pericolo per la nostra salute. Ma allora come mai il nostro corpo reagisce in questo modo?

Le ipotesi. L'ipotesi dei ricercatori è che la diarrea abbia la funzione di eliminare gli agenti patogeni che potrebbero provocare le infezioni intestinali, riuscendo così a limitare i danni delle malattie. Per capirne i meccanismi, i ricercatori hanno studiano gli effetti della diarrea sui topi infettati con il Citrobacter rodentium, un batterio che si comporta in questi animali come con noi si comporta l'Escherichia Coli.

Bloccare la diarrea. Intervenendo sull'attività di alcune molecole, coinvolte normalmente nella formazione della diarrea, i ricercatori hanno osservato la barriera intestinale dei topi e hanno notato che, in soli due giorni di infezione, era incrementata la permeabilità della barriera intestinale peggiorando le condizioni dei topi.

Conclusioni. Insomma, a quanto pare l'espulsione eccessiva delle feci, quindi la diarrea, ha l'utilità di eliminare gli agenti patogeni potenzialmente dannosi per la nostra salute, di fatto dunque serve per farci stare meglio.

[Foto copertina di midascode]