La modella Katie May è morta in seguito ad un trattamento chiropratico mal riuscito e praticato con l'utilizzo di un corpo contundente che avrebbe provocato la rottura dell'arteria vertebrale che porta il sangue al cervello, l'incidente, così è stato definito, avrebbe dunque provocato un ictus e poi la morte della giovane donna. Questo è quando ha dichiarato dal medico legale della contea di Los Angeles. Vediamo insieme in cosa consiste la chiropratica, quali sintomi tratta, in cosa consistono i trattamenti e se è pericolosa.

Cos'è la chiropratica

La chiropratica è considerata medicina alternativa, per altri è pseudomedicina, e viene chiamata in causa in caso di mal di testa, collo, schiena e in generale problemi neuro-muscolo-scheletrici. Come dice il nome stesso, è una pratica che attraverso specifiche manipolazioni migliora alcuni sintomi. Ad oggi ancora non è chiaro però se possa essere considerata una pratica in grado di guarire tutte le condizioni cliniche che afferma di riuscire a risolvere.

I trattamenti di chiropratica e la sublussazione

I trattamenti di chiropratica si basano sulla manipolazione delle aree interessate al dolore al fine di intervenire sulla “sublussazione”, cioè una lesione articolare che disallinea le colonna vertebrale e che è quindi la causa del dolore manifestato. Intervenendo su questa, sia con l'utilizzo delle mani sia con alcuni specifici strumenti, il dolore si allevia.

Cos'è l'intelligenza innata

I chiropratici fanno riferimento anche all'intelligenza innata, quella forma di intelligenza per cui il nostro organismo è in grado di conservare sé stesso. Secondo la chiropratica, quando un paziente presenta una sublussazione, le normali funzioni del corpo, e quindi l'intelligenza innata, vengono ostacolate per questo è necessario intervenire per ristabilire l'equilibrio.

I pericoli della chiropratica

Quando si parla di chiropratica, il dubbio spesso sorge in relazione alla sua efficacia e pericolosità. Quanto all'efficacia si tratta di una pratica che ha dato buoni risultati nel trattamento del mal di schiena, quanto alla pericolosità generalmente è considerata sicura, ma gli incidenti non mancano, come nel caso di Katie May. Purtroppo infatti alcune manipolazioni o strumentazioni, se mal eseguite o eseguite con troppo vigore, possono portare alla rottura dell'arteria vertebrale, impedendo al sangue di raggiungere il cervello, questo provoca la morte. In altri casi invece un trattamento mal riuscito può portare a disabilità.

[Foto copertina di MobileMassagenMD]