345 CONDIVISIONI
19 Agosto 2016
11:56

L’uomo di 5.000 anni fa indossava il perizoma, e non solo

I ricercatori dell’Istituto per le Mummie e l’Iceman dell’EURAC svelano l’abbigliamento di Ötzi, l’Uomo venuto dal ghiaccio che ha vissuto sulla Terra 5.000 anni fa, e di quali animali era fatto.
A cura di Zeina Ayache
345 CONDIVISIONI

Sono sempre meno i misteri che ruotano intorno ad Ötzi, l'Uomo venuto dal Ghiaccio scoperto nel 1991 sulla Alpi Venoste e datato 3.300/3.100 a.C. (età del rame). I ricercatori dell'Istituto per le Mummie e l'Iceman dell'EURAC fanno infatti sapere di aver ottenuto nuovi risultati dalle ricerche genetiche effettuate sui vestiti e sull'attrezzatura del reperto archeologico che fa luce anche sul processo di domesticazione di alcuni animali. Come spiegato dagli stessi ricercatori, negli ultimi 25 anni diversi sono stati i tentativi volti a comprendere da quali specie animali provenisse la pelle utilizzata da Ötzi.

Per capirlo, gli scienziati sono partiti dall'analisi dei peptidi (PMFS) per determinare la quantità di cheratina e collagene utili a comprendere la specie di provenienza, successivamente sono state compiute le prime analisi genetiche dal DNA mitocondriale. I dati raccolti hanno permesso di comprendere che:

  • la faretra non è di camoscio, come si pensava, ma di pelliccia o pelle di capriolo. Anche se Frank Maixner, ricercatore, sostiene che il dato riguarda il campione prelevato e non l'intero attrezzo (non a disposizione)
  • il perizoma non è di capra, ma di pecora
  • il laccio delle scarpe è di pelle bovina

Tra gli altri indumenti ritrovati ci sono anche:

  • la sopraveste, in capra domestica con chiari segni di raschiatura utili alla pulitura delle pelli
  • il berretto in pelliccia d'orso bruno proveniente dall'Europa occidentale
  • i gambali in pelliccia di capra domestica cucite con il tendine animali, raggiungevano cosce e polpacci
  • le scarpe, suddivise in parte interna (in pelle) ed esterna (in tomaia)
  • il marsupio in pelle di vitello

Quanto alle ultime novità su Ötzi, i recenti studi hanno scoperto tracce di Helicobacter pylori nel suo stomaco e questo fa supporre che potesse soffrire di ulcere o gastriti. Inoltre l'Uomo venuto dal ghiaccio sembrerebbe essere l'essere umano tatuato più antico a noi noto.

[Foto di Istituto per le Mummie e l'Iceman dell'EURAC]

345 CONDIVISIONI
Impiega 53 anni per costruire da solo una cattedrale: ecco il risultato
Impiega 53 anni per costruire da solo una cattedrale: ecco il risultato
111.768 di CS Design
Un’epidemia di coronavirus ha colpito l’uomo più di 20.000 anni fa
Un’epidemia di coronavirus ha colpito l’uomo più di 20.000 anni fa
Gli 11 ricordi dell'estate che solo chi ha vissuto gli anni '90 può capire
Gli 11 ricordi dell'estate che solo chi ha vissuto gli anni '90 può capire
5.820 di CS Design
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni