Un paziente a Parigi è stato sottoposto ad un secondo trapianto di faccia dopo che il primo, eseguito sette anni fa, era stato rigettato dal corpo: si tratta di un record mondiale. L'uomo sembrerebbe stare bene e l'operazione sembrerebbe riuscita, i medici sono però ancora cauti, vista l'esperienza passata. L'operazione è avvenuta all'hôpital européen Georges Pompidou a Parigi lo scorso 15 gennaio, è iniziata nel primo pomeriggio ed è terminata a inizio mattinata del giorno dopo, a dirigere il tutto c'era il professor Laurent Lantieri, aiutato dall'italiano Francesco Wirz.

L'operazione. L'operazione, spiegano dall'ospedale, "è stata eseguita su un paziente che aveva precedentemente avuto un trapianto di faccia e un successivo rigetto cronico. Il paziente era in lista d'attesa dal 27 ottobre 2017". La situazione dell'uomo, quindi il rigetto, aveva portato alla rimozione totale dell'altro viso (quello del primo trapianto), il 30 novembre 2017, dopo di che il paziente è stato ricoverato in terapia intensiva fino al momento dell'operazione dello scorso 15 gennaio.

Il nuovo volto. Purtroppo il rigetto è possibile in casi di operazioni come questa, ma, spiegano i medici, il trapianto attualmente effettuato "dimostra per la prima volta nel campo degli innesti vascolarizzati compositi che in caso di rigetto cronico è possibile un trapianto". Ovviamente bisognerà aspettare ancora per capire se il nuovo volto verrà ‘accettato' o meno dal corpo, attualmente però, come dicevano, il paziente sembra in buona salute.

Il trapianto del viso. Il trapianto del viso resta ancora oggi un'operazione molto delicata che purtroppo non sembra porta ai risultati sperati. Ricordiamo che il primo trapianto di faccia è datato 2005, quindi si tratta di una novità in campo medico.