Credit: Antiquity (2018). DOI: 10.15184/aqy.2018.48
in foto: Credit: Antiquity (2018). DOI: 10.15184/aqy.2018.48

L'idolo di Šigir ha 11.500 anni ed è quindi il doppio più antico delle celebri piramidi egizie. La notizia arriva dai ricercatori tedeschi che hanno analizzato la scultura in legno riuscendo ad identificare la data di realizzazione. Ma cos'è l'idolo di Šigir?

L'idolo di Šigir. Quando parliamo dell'idolo di Šigir ci riferiamo alla scultura in legno trovata in un'antica torbiera dai minatori in Russia nel lontano 1890. Realizzato in legno di larice e in più blocchi, l'idolo di Šigir è rimasto preservato per migliaia di anni grazie alle proprietà antimicrobiche trovate nella torba. La scultura presenta evidenti tratti di intagliatura, a partire dalla testa che ricorda un volto umano e che forse rappresenta i membri del popolo che l'ha realizzato: purtroppo ad oggi ancora non si conosce il significato dei segni presenti sul legno, ma si sa che alcuni pezzi, originariamente alti cinque metri, andarono perduti.

Le prime datazioni. Era il 1997 quando una squadra di ricercatori in Russia stimò l'età dell'idolo di Šigir utilizzando il radiocarbonio: gli esperti giunsero alla conclusione che la scultura risalisse a 9.500 anni fa.

Il significato. Ma quale è il significato dell'idolo di Šigir? Gli esperti hanno continuato negli anni a studiare le incisioni sull'idolo e, secondo le ultime dichiarazioni, sono giunti alla conclusione che probabilmente rappresentano una forma d'arte legata alla religione o comunque alla vita spirituale.

Le nuove analisi. Recenti analisi tedesche hanno permesso però di spostare indietro di ben due millenni la data di realizzazione dell'idolo di Šigir. Utilizzando la spettrometria di massa con acceleratore, il team di esperti ha scoperto che la vera età è di circa 11.500 anni, raggiungendo dunque la fine dell'Era Glaciale. Ciò rende l'idolo di Šigir la più antica scultura monumentale in legno mai trovate e addirittura il doppio più antica delle piramidi d'Egitto.

Lo studio, intitolato "Early art in the Urals: new research on the wooden sculpture from Shigir", è stato pubblicato sulla rivista Antiquity.