La dieta che si basa sui colori, quella sulle intolleranze alimentari, quell'altra ancora che include solo prodotto di stagione: cosa mangiare sembra essere diventato uno dei principali problemi dell'uomo occidentale. Sarà perché abbiamo la pancia piena, così piena da aver bisogno di dimagrire, fatto sta che ogni giorno qualcuno sente il bisogno di dirci cosa adagiare nel piatto. E se il presente non dovesse essere sufficiente, a confonderci ci si mette pure l'Homo Erectus. Eh sì, perché a quanto pare la sua dieta, la cosiddetta Paleo Dieta, oggi potrebbe tornarci utile, oggi che non viviamo nelle caverne, che abbiamo il microonde e che non sappiamo tenere in vita manco una piantina di menta.

Ultimo in ordine di tempo è lo studio delle Hebrew University of Jerusalem e Bar Ilan University secondo il quale l'Homo Erectus sarebbe stato più vegetariano di quanto previsto. Questo non significa che non mangiasse carne, ma solo che apprezzasse particolarmente le verdure, e non solo. Le analisi dei ricercatori sono partite dai ritrovamenti di resti presenti nel sito archeologico di Gesher Benot Ya‘aqov in Israele “vecchio” 780.000 anni. Qui, secondo le indagini effettuate, ci sarebbero segni evidenti della varietà alimentare dell'uomo del Paleolitico, stiamo parlando di circa 55 piante commestibili che includono semi, piante, noci, foglie, steli, radici e tuberi che dimostrerebbero la capacità dei nostri antenati di coltivare le terra, anche a seconda delle stagioni e degli ambienti.

Quanto scoperto, spiegano i ricercatori, è importante non tanto per permetterci di entrare nei jeans che ormai non ci stanno più, quanto per comprendere come l'uomo si sia evoluto, adattato e mosso all'interno del suo ambiente e anche come sia passato da una dieta ‘africana' ad una ‘eurasiatica'.

Parlando di Paleo dieta in senso stretto, gli alimenti che si pensa facessero parte del menù dell'Homo Erectus sono carne di selvaggina magra, interiora, pesce, uova, frutta e verdura cruda, frutta secca, grassi. Mentre non ne facevano parte i legumi, i cereali e i latticini. Va da sé che tutto il cibo confezionato presente nei nostri supermercati è escluso da questa dieta.