È iniziato il periodo dell’influenza di ‘primavera’ provocato dal dilagare di virus che colpiscono principalmente il nostro apparato gastrointestinale, provocando diarrea, vomito e crampi allo stomaco. Vediamo insieme quanti sono gli italiani a rischio, quali sono i sintomi dell’influenza di ‘primavera’, come proteggerci e come curarla.

Influenza di ‘primavera’, cos’è e sintomi

Il virologo Fabrizio Pregliasco dell'Università di Milano ha spiegato ad AdnKronos che in questo periodo dell’anno è possibile che molti di noi soffrano di problemi gastrointestinali, la previsione è di 200mila casi a settimana di forme virali variegate. L’influenza di ‘primavera’ è provocata infatti da alcuni virus che circolano in questo periodo, tra questi ad esempio l’enterovirus, che colpisce a tutte le età e provoca scariche di diarrea, vomito e crampi allo stomaco.

Come curare l’influenza di ‘primavera’

Il trattamento delle infezioni provocate da enterovirus serve per ridurre i sintomi, è importante dunque mantenersi idratati, in caso di diarrea e vomito, e stare a riposo. Particolare attenzione va riservata ai bambini e agli anziani che potrebbero sentirsi debilitati a causa dei sintomi, in ogni caso bisogna evitare allarmismi e si consiglia di fare affidamento al proprio medico di famiglia.

Attenzione ai pollini

La primavera è un momento delicato anche per chi soffre di allergie ai pollini, in questo periodo infatti, con le temperature in aumento, gli alberi sono ormai in fiore questo significa che nell’aria stanno già ‘girando’ i pollini che possono provocare pollinosi. É possibile riconoscere i sintomi specifici delle allergie primavera e correre ai ripari con semplici strategie che permettono di contrastare la rinite allergica che, nei casi più gravi, può essere debilitante.