I cambiamenti che stanno subendo le nuvole stanno modificando il clima del nostro Pianeta sul quale si stanno espandendo le zone aride subtropicali al punto da modificare le condizioni atmosferiche italiane facendoci sentire ai Tropici. Questi cambiamenti possono sembrarci positivi, nella realtà dei fatti però non è così perché queste modifiche sono solo l’effetto dell’alta concentrazione di gas serra responsabili del riscaldamento globale. Come spiegano i ricercatori della University of California San Diego, attraverso lo studio intitolato “Evidence for climate change in the satellite  cloud record” e pubblicato su Nature, quanto sta avvenendo oggi era già stato previsto da passate simulazioni che avevano analizzato gli effetti dei gas serra sull’atmosfera.

Gli scienziati spiegano che ad oggi, guardando anche le immagini da satellite, è possibile notare come le tempeste nuvolose sulla Terra si stiano muovendo verso i poli e come le zone aride subtropicali si stiano espandendo, senza contare che le stesse nubi si stanno spostando sempre più in alto nell’atmosfera. Ma come è possibile che le nuvole abbiano un simile impatto sul nostro clima?

Le nuvole svolgono un doppio ruolo utile a mitigare il raffreddamento e il riscaldamento del Pianeta, poiché se da un lato riflettono le radiazioni solari verso lo spazio, dall’altro trattengono l’energia solare. Questo spiega perché se loro cambiano, cambia anche il clima. Adesso c’è da capire come, anche in considerazione dei dati raccolti dai satelliti, le alte concentrazioni di CO2 finiranno per influenzare ulteriormente le nubi e quindi cosa dobbiamo aspettarci per il futuro.

Quello che sappiamo per ora è che la nostra più grande speranza potrebbe essere una nuova eruzione vulcanica che possa raffreddare il clima. Come spiegano gli scienziati infatti, le eruzioni di El Chichón in Messico nel 1982 e del Monte Pinatubo nelle Filippine nel 1991, entrambe in parte responsabili dei cambiamenti delle nubi, ne abbiano anche mitigato gli effetti sul clima provocati dai gas serra.

“Ci aspettiamo che l’aumento dei gas serra porterà le nuvole a cambiare ancora – affermano i ricercatori che concludono – a meno di imprevedibili e importanti eruzioni vulcaniche”.