In Europa si vive di più e meglio, questo è quanto sostiene il nuovo report dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che ci mette però in guardia dai nostri vizi che potrebbero fermare questa tendenza di miglioramento dell'aspettativa di vita: alcol, fumo e obesità sono infatti in crescita e non è una buona notizia per la nostra salute.

Meglio e più a lungo. Il report dell'OMS spiega nel dettaglio che in Europa le persone vivono mediamente un anno in più rispetto a cinque anni fa, però ci sono ancora 11,5 anni di differenza tra i Paesi con una più alta o bassa aspettativa di vita, insomma questi vantaggi variano della condizioni in cui si trovano le Nazioni. In generale, spiega il report, sono stati fatti buoni progressi circa la riduzione delle morti per qualsiasi causa ed età dall'inizio del millennio ad oggi: una riduzione pari più o meno al 25% in 15 anni.

Morti premature. In generale, l'Europa sta superando gli obiettivi stabiliti che dovevano portare alla riduzione delle morti premature a causa di quattro malattie non trasmissibili quali malattie cardiovascolari, cancro, diabete mellito e malattie respiratorie croniche.

Attenzione però. L'OMS, per quanto abbia da darci buone notizie, mette però in guarda sui rischi del nostro stile di vita molto ricco di vizi che rappresentano un fattore di rischio morte importante che, nel corso del tempo, potrebbe ridurre l'aspettativa di vita. In Europa infatti c'è il più alto numero di fumatori, si parla di un fumatore su tre persone a partire dai 15 anni. Quanto all'alcol, si calcola che, per quanto il consumo sia in calo, è comunque il più alto del mondo con un range che varia da uno a quindici litri a persona all'anno. Altro fattore importante è l'obesità, in costante crescita: i chili in eccesso possono avere conseguenze negative sul nostro stato di salute.

E i vaccini? L'OMS fa sapere che per quanto il numero di bambini vaccini sia generalmente in crescita, ci sono dati preoccupanti circa il morbillo e la rosolia, preoccupantemente in crescita in Paesi in cui non dovrebbero essere presenti.