La vaccinazione contro l'influenza è raccomandata per l'anno 2020-2021. Ad affermarlo è una circolare del Ministero della salute inviata nelle ultime ore, dove si legge che l'antinfluenzale è consigliato a tutti i bambini dai 6 mesi ai 6 anni e agli anziani dai 60 anni d'età. Queste categorie, peraltro, potranno usufruire della vaccinazione in modo gratuito, come previsto anche negli anni precedenti. La raccomandazione per questo anno è legata anche all'emergenza dovuta alla pandemia di coronavirus, per la quale la vaccinazione per la normale influenza può "facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d'età di maggiore rischio di malattia grave".

Nella prossima stagione influenzale 2020/2021, non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2″ si legge nella circolare. "Pertanto, si rende necessario ribadire l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nei soggetti ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra Covid-19 e Influenza. Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso". Anche per quanto riguarda gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza la vaccinazione è fortemente consigliata.

Il documento ministeriale, peraltro, raccomanda anche di anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre, offrendo la vaccinazione ai soggetti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se richiedono la vaccinazione in ritardo. Gli obiettivi di copertura indicati dal Ministero considerano il 75% come obiettivo minimo perseguibile e  il 95% come obiettivo ottimale. Quest'anno l'attenzione è chiaramente rivolta a differenziare le due infezioni: se si è in grado di escludere – o per lo meno ridurre – l'impatto della normale influenza, è più rapido individuare eventuali casi di coronavirus.