Il tè nero ci fa perdere peso e ha benefici sulla nostra salute perché interviene sui batteri dell'intestino modificandoli. La conferma arriva dai ricercatori dalla UCLA che hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sullo European Journal of Nutrition. Ma come è possibile?

Tè verde vs tè nero. Tutti noi conosciamo le proprietà del tè verde possibili grazie alla presenza dei polifenoli che vengono assorbiti dal fegato e che modificano l'attività del metabolismo. I ricercatori americani hanno scoperto che anche i polifenoli del tè nero hanno proprietà benefiche ma agiscono diversamente: in pratica le molecole del tè nero sono più grandi e quindi non riescono ad essere assorbite dall'intestino tenue, ma stimolano la crescita dei batteri dell'intestino e la formazione di piccole catene di acidi grassi, un tipo di metaboliti batterici che, come dimostrano studi passato, riescono ad alterare l'energia del metabolismo nel fegato. Insomma, se i polifenoli del tè verde vengono assorbiti dal sangue e dai tessuti, quelli del tè verde agiscono direttamente sui batteri stimolandoli.

Perdita di peso. Lo stimolo dei batteri dell'intestino porta a perdita di peso e altri benefici per la salute, come dimostrano i test effettuati sui topi a cui sono state somministrate diverse tipologie di diete (a basso o alto contenuto di grassi) associate all'assunzione di tè verde e tè nero. Dai dati raccolti è emerso che i topi che avevano ‘bevuto' tè verde o nero avevano perso la stessa quantità di peso dei topi messi a ‘dieta' (alimentazione a basso contenuto di grassi). E non è tutto. Dai campioni di intestino e fegato raccolti, i ricercatori hanno scoperto la presenza di un maggior numero di batteri associati alla massa magra e un minor numero di batteri associati invece all'obesità.

Conclusioni. I ricercatori sostengono dunque le proprietà benefiche del tè nero e le associano a quelle del tè verde (pur agendo diversamente): questa è una buona notizia per tutti i consumatori di queste bevande.