Il solstizio d'inverno è il 21 o il 22 dicembre? Dipende dal momento in cui il sole raggiunge il suo punto di declinazione minima. Il solstizio d'inverno è in pratica quindi il giorno più corto dell'anno, in opposizione a quello estivo che invece indica il più lungo e il punto di declinazione massima. Considerando però la non precisione dell'anno solare, che noi per comodità abbiamo ‘bloccato' a 365 giorni, il solstizio non cade sempre nello stesso giorno e alla stessa ora. Quest'anno cadrà il 21 dicembre alle ore 10:44 UTC, le 11:44 da noi in Italia, a quel punto potremo decretare l'inizio dell'inverno astronomico.

Questa data era attesa già tre mila anni fa nelle Stonehenge d'Italia. In che senso? Da Petre de la Mola in Basilicata, alla valle del Belice in Sicilia, possiamo trovare i megaliti che risalgono, quasi tutti, alla Tarda Età del Bronzo e che sono stati costruiti proprio come i più celebri Stonehenge del Regno Unito e che permettono di osservare la posizione del sole nel giorno più lungo e in quello più corto dell'anno. La tecnica utilizzata per questi Stonehenge crea anche dei “punti di mira”. Come spiega l'archeoastronomo Vito Francesco Polcaro, dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, fra gli ultimi scoperta si eleca proprio “Petre de la Mola” che si trova sulle Dolomiti Lucane. Si tratta di un complesso che è l'affioramento naturale di roccia calcarea modificata “sovrapponendo una lastra ad una spaccatura naturale della roccia per creare una galleria che permette di osservare il Sole al tramonto del solstizio d'inverno”.

Cinque cose che devi sapere sul solstizio d'inverno

In pratica in questo giorno, è solo in questo, a mezzogiorno il Sole compare nello stesso punto di osservazione di una piccola fenditura creata artificialmente a sinistra della galleria, “dando l'avviso del fenomeno che si verificherà al tramonto”.

Un simile calendario si trova sul Monte Stella nel Cilento, il suo nome è Preta ru Mulacchio (Pietra del Figlio Illegittimo) ed era associato anche ai riti di fertilità.

[Foto copertina di HyperBros Francesco Foschino]