Il sambuco riesce ad inibire l’ingresso del virus dell’influenza nel nostro corpo e la sua replicazione nelle cellule aiutando anche a rinforzare la risposta del sistema immunitario, questa è la conclusione a cui sono arrivati gli scienziati della University of Sydney, vediamo nel dettaglio com’è possibile.

Sambuco, un aiuto per la salute. Le piante hanno un effetto benefico sulla nostra salute che gli scienziati stanno riuscendo a dimostrare attraverso esperimenti, ad essere oggetto di studio questa volta è il sambuco. Il sambuco è una pianta, un piccolo albero, molto diffuso in Europa, i cui fiori sono utilizzati in erboristeria per contrastare le infiammazioni e le infezioni. Dai fiori si ricava anche uno sciroppo molto dissetante e la sambuca, un liquore.

Sambuco contro i virus. Per comprendere gli effetti benefici del sambuco, gli esperti hanno analizzato i meccanismi attraverso i quali i fotochimici, cioè i composti che hanno conseguenze salute sulla salute, combattono le infezioni tipiche dell’influenza. I dati raccolti hanno dimostrato che il sambuco ha un potente effetto antivirale diretto contro il virus dell’influenza poiché riesce ad inibire le prima fasi di un’infezione bloccando le proteine virali responsabili dell’attaccamento virale e dell'ingresso nelle cellule ospiti.

Un effetto inaspettato. Gli esperti spiegano che i test effettuati con il succo di sambuco hanno dimostrato una maggiore efficacia contro i virus quando le cellule erano già state infettate. “Questo studio osservazionale è stata abbastanza sorprendente e piuttosto significativo perché bloccare il ciclo virale in più fasi ha una maggiore possibilità di inibire l'infezione virale”, ha spiegato il dott. Peter Valtchev. L’aspetto interessante, e utile, è che il sambuco rilascia citochine che il sistema immunitario utilizza per la comunicazione tra diversi tipi di cellule per coordinare una risposta più efficiente contro l’agente patogeno invasore.

Lo studio, intitolato "Anti-influenza activity of elderberry (Sambucus nigra)", è stato pubblicato sul Journal of Functional Foods.