Il polpo Dumbo viene al mondo e per la prima volta una telecamera immortala il momento rendendo l'evento ancor più speciale: grazie a queste immagini i ricercatori ci possono mostrare che un polpo Dumbo appena nato assomiglia proprio ad un esemplare adulto.

Foto da Wikipedia
in foto: Foto da Wikipedia

Il polpo Dumbo, perché si chiama così. Basta vederlo per capire che il nome di questo polpo è dettato dalla simpaticissima somiglianza con il celebre elefante Dumbo: anche il polpo in questione infatti ha delle protuberanze che sembrano proprio due grandi orecchie di elefante. Il genere a cui appartiene il polpo Dumbo è il Grimpoteuthis, dell'ordine degli Octopoda e della famiglia Opisthoteuthidae.

Una nascita da record. “Una volta osservate le pinne (le ‘mega' orecchie), mentre erano ancora nel contenitore, abbiamo capito che si trattava di un polpo Dumbo”, queste le parole utilizzate da Elizabeth Shea del Delaware Museum of Natural History che ci spiega quanto sia difficile identificare la specie di un polpo appena nato poiché di solito lo standard si basa sugli esemplari adulti che sviluppano caratteristiche specifiche con il passare del tempo. In questo caso però la presenza delle ‘orecchie' ha permesso di capire immediatamente che si trattava di un polpo Dumbo.

Le uova del polpo. Il polpo in questione è stato recuperato quando ancora era nell'uovo, i ricercatori hanno infatti prelevato alcuni campioni nell'Atlantico: per lo più sono risultati vuoti, mentre due contenevano una massa gelatinosa bianca.

La prima ‘nuotata'. I ricercatori raccontano che inizialmente il piccolo non si muoveva molto, anzi quasi per niente, ma dopo essere uscito completamente dall'uovo ed essere portato in laboratorio, ha nuotato per una decina di minuti permettendo così la realizzazione di questo esclusivo video. Gli esperti hanno osservato il corpo dell'animale con risonanza magnetica funzionale e così hanno avuto la certezza che si trattasse di un polpo Dumbo. E non solo. I ricercatori hanno avuto la conferma che i neonati di questa specie sono già completamente formati dalla nascita Inoltre, il sacco vitellino interno di cui è dotato gli permette di avere un po' di tempo e cibo prima di iniziare a catturarsi da solo il pasto.