Il pisolino pomeridiano fa bene alla salute del nostro cuore, ne basta uno a settimana per stare già meglio. Questo è quanto sostengono i ricercatori che, attraverso il loro studio, ci spiegano quali siano i vantaggi di dormire qualche ora durante la giornata. Ecco cosa c’è da sapere sul pisolino pomeridiano e la salute del cuore.

Per comprendere gli effetti del pisolino sul cuore, gli scienziati hanno esaminato la relazione tra la frequenza dei sonnellini, la durata media del pisolino e il rischio di malattie cardiovascolari fatali e non fatali, come infarto, ictus o insufficienza cardiaca. Lo studio ha preso in considerazione 3.462 persone tra i 35 e i 75 anni e ha analizzato in loro gli effetti del pisolino sulla salute del cuore.

Quanto ai partecipanti, sappiamo che oltre la metà, il 58%, dei partecipanti ha dichiarato di non aver fatto un pisolino durante la settimana precedente, circa uno su cinque (19%) afferma di aver fatto da uno a due pisolini, circa uno su 10 (12%) ha dichiarato di aver fatto da tre a cinque pisolini, mentre una percentuale simile (11%) ha dichiarato di aver fatto da sei a sette pisolini, sempre a settimana.

I soggetti che facevano sonnellini frequenti (3-7 pisolini alla settimana) tendevano ad essere più anziani, maschi, fumatori, pesavano di più e dormivano più a lungo di notte rispetto a quelli che dicevano di non fare un pisolino durante il giorno. Inoltre questi riferivano più sonnolenza diurna e apnea ostruttiva del sonno più grave, una condizione in cui le pareti della gola si rilassano e si restringono durante il sonno, interrompendo la normale respirazione. Durante il periodo di monitoraggio, ci sono stati 155 episodi di malattie cardiovascolari fatali e non fatali.

Quanto ai ‘dormiglioni occasionali’, quindi quelli che facevano uno o due pisolini a settimana, il rischio di infarti, ictus e insufficienza cardiaca si riduceva del 48% rispetto a colore che invece non facevano pisolini. Insomma, effettivamente il pisolino pomeridiano migliora la salute del cuore. Il perché non è ancora chiaro agli esperti, ma nel dubbio non suona male l’idea di seguire il consiglio di prendere una pausa pomeridiana almeno una volta a settimana.

Lo studio, intitolato “Association of napping with incident cardiovascular events in a prospective cohort study”, è stato pubblicato su Heart.