Mirtilli Rossi
in foto: Mirtilli Rossi

Quello dell’antibiotico resistenza è un problema che non può essere messo in secondo piano, ogni giorno infatti sono milioni le persone che utilizzano farmaci per curare disagi che potrebbero essere trattati anche con altri prodotti non di origine chimica. Un esempio sono i mirtilli rossi che, come riportato dai ricercatori in occasione dell’International Conference on Polyphenols and Health (ICPH), possono essere utili per risolvere le infezioni del tratto urinario, considerate tra l’altro la seconda infezione più diffusa al mondo. Come spiegato dagli stessi ricercatori, i mirtilli rossi contengono infatti polifenoli, molecole organiche antiossidanti, utili per contrastare i radicali liberi e capaci di prevenire problemi al cuore.

“Abbiamo sempre creduto nei benefici per la salute ottenuti dal consumo di mirtilli rossi – ha dichiarato Kalpana Gupta, professore di medicina presso la Boston University School of Medicine – ma questa nuova ricerca rivela quanto realmente possano essere utili”.

Si calcola infatti che il 40% delle donne e il 12% degli uomini abbia provato almeno una volta nella vita i sintomi tipici dell’infezione al tratto urinario e ormai è risaputo che circa 400.000 persone all’anno vengono infettate da un batterio resistente agli antibiotici. Questi numeri rendono chiara la necessità di optare per altre soluzioni curative per questo tipo di infezioni.

I mirtilli rossi non sono solo antiossidanti, ma hanno anche effetti benefici sulla salute cognitiva e i polifenoli che contengono, oltre a contrastare i batteri evitando che possano entrare nelle cellule, agevolano il flusso sanguigno e, conseguentemente, l’attività cardiovascolare. Proprio quest’ultima funzione agisce positivamente nella prevenzione alla couperose, l’arrossamento di tipo cronico delle guance tipico della pella sensibile.