I lampi radio veloci hanno origine in un ambiente cosmico estremo, la scoperta ha ottenuto la copertina della rivista Nature e sta facendo ora il giro del mondo. Ma cosa significa? E cosa sono i lampi radio veloci?

Lampi radio veloci. Durano millisecondi e arrivano da molto lontano e il mistero della loro origine sta affascinando gli astronomi di tutto il mondo. Adesso, secondo i ricercatori europei e americani, possiamo dire di conoscerli meglio. Lo studio realizzato dagli astronomi è stato presentato in occasione di un convegno della Società Astronomica Americana dall'italiano Daniele Michilli, autore dello studio che lavora nell'Istituto di Radioastronomia e nell'università' di Amsterdam.

Il lampo FRB 121102. Lo studio è partito dal lampo radio veloce FRB 121102 che è stato captato per la prima volta nel 2007 con i telescopi e che è stato localizzato a tre miliardi di anni luce dalla Terra. Ma come è stato originato? Secondo gli esperti è generato da un ambiente estremo visti i parametri che lo riguardano che indicano la sua origina in un contesto con un campo magnetico molto potente e con temperature altissime.

Le ipotesi. Tra le ipotesi sulla provenienza ci sono:

  • un buco nero dalla massa ecezionali, fino a 100 milioni di volte quella del Sole
  • una stella di neutroni, vista la breve durata del fenomeno, ossia una stella così densa che un cucchiaino della sua materia sulla Terra peserebbe un miliardo di tonnellate
  • velocissimi venti generati da una pulsar, una stessa molto densa che ruota su sé stessa velocemente.

E gli alieni? Quando si parla di origini poco chiare di eventi che avvengono nello spazio, gli amanti degli alieni si fanno subito avanti chiedendosi se dietro a tutto questo non ci siano proprio gl extraterrestri. Ancora una volta però non abbiamo risposte certe.

[Foto di Bill Saxton, NRAO/AUI/NSF; Hubble Legacy Archive, ESA, NASA]