Non ci sono prove evidenti e convincenti utili a dimostrare i benefici per la salute dei dolcificanti rispetto allo zucchero, inoltre non è possibile escludere che siano in grado addirittura di danneggiarci. Questo è quanto sostengono i ricercatori della Cochrane Foundation che sulla rivista BMJ hanno pubblicato lo studio intitolato ‘Association between intake of non-sugar sweeteners and health outcomes: systematic review and meta-analyses of randomised and non-randomised controlled trials and observational studies’. Ma vediamo i dettagli della ricerca.

Dolcificanti e peso corporeo. Siamo abituati a pensare che l’utilizzo di dolcificanti rispetto allo zucchero sia una buona strategia per contrastare l’aumento di peso e gli altri effetti collaterali dell’alimento che rende più dolce ciò che mangiamo. Per capirne gli effettivi benefici però i ricercatori hanno deciso di mettere a confronto di dati raccolti da 56 studi passati che hanno analizzato gli effetti dello zucchero e dei dolcificanti sulla salute di bambini e adulti. I valori presi in considerazione includevano il peso corporeo, la glicemia, la salute orale, l’incidenza del cancro, malattie cardiovascolari, malattie ai reni, umore e comportamento.

Pochi benefici, quasi nessuno. Nel complesso, i risultati mostrano che non sembrano esserci differenze statisticamente o clinicamente rilevanti tra consumatori e non di dolcificanti. Ad esempio, per quanto riguarda gli adulti, i risultati di alcuni studi presi in analisi suggerivano piccoli miglioramenti dell'indice di massa corporea e dei livelli di glucosio nel sangue a digiuno nei soggetti che facevano uso di dolcificanti non zuccherini, ma la certezza di questa evidenza era comunque bassa. Quantità inferiori di dolcificanti non zuccherini sono state associate ad un aumento di peso leggermente inferiore (-0,09 kg) rispetto a quantità più elevate, ma ancora una volta la certezza di questa evidenza era bassa. Parlando di bambini invece, gli esperti hanno notato un aumento inferiore dell’indice di massa corporea in relazione al consumo di dolcificanti rispetto allo zucchero, ma in generale l’assunzione di dolcificanti non ha modificato il peso corporea. Quanto agli adulti sovrappeso o obesi, lo studio dimostra che non c’è alcuna prova utile a dimostrare gli effetti positivi sulla perdita di peso.

Conclusioni. Gli esperti sottolineano che sono certo necessari ulteriori studi per poter definire meglio l’utilità dei dolcificanti, soprattutto prendendo i considerazioni dati raccolti sul lungo periodo. Però per adesso le informazioni raccolte non sembrano dimostrare un netto vantaggio legato al consumo dei dolcificanti rispetto allo zucchero.