Sempre più spesso associamo la nostra persona al lavoro che svolgiamo, dimenticandoci del tempo libero e degli hobby. Per quanto corretto e condivisibile, in alcuni casi però il detto “Scegli un lavoro che ami e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua” rischia di trasformarsi in un disturbo ossessivo-compulsivo ribattezzato “sindrome da dipendenza dal lavoro”. Si tratta di un comportamento patologico tipico di chi antepone il proprio lavoro alla vita sociale, agli affetti e a sé stesso e che rende più stressante la vita di chi ne soffre. A questo proposito, i ricercatori della norvegese University of Bergen hanno pubblicato lo studio intitolato “The Relationships between Workaholism and Symptoms of Psychiatric Disorders: A Large-Scale Cross-Sectional Study” e pubblicato su PLOS ONE attraverso il quale mostrano i 7 sintomi tipici dei workaholic (dipendenti dal lavoro) e quali siano le conseguenze di questa dipendenza.

  1. Pensi sempre a come ritagliarti altro tempo per lavorare
  2. Lavori più ore di quante previste
  3. Lavori per ridurre il senso di colpa, l'ansia, il senso di impotenza o la depressione
  4. Gli amici e la famiglia ti consigliano di lavorare meno, ma tu non segui i loro suggerimenti
  5. Ti senti stressato se qualcosa ti impedisce di lavorare
  6. Rinunci agli hobby, all'attività sportiva e, in generale, al tempo libero per lavorare
  7. Lavori così tanto che la tua salute ne risente

In una scala da 1 a 5 (dove 1 è “mai” e 5 è “molto spesso”), se pensi di aver totalizzato 4 o 5 punti per almeno quattro sintomi, allora forse hai un problema di dipendenza dal tuo lavoro.

Lo studio effettuato dai ricercatori mostra inoltre come la dipendenza dal lavoro abbia sintomi psichiatrici associabili ad altri disturbi comportamentali come il disturbo da deficit di attenzione/iperattività, il disturbo ossessivo-compulsivo, l'ansia e la depressione.

[Foto copertina di andreas160578]