Il nostro è un Paese ad alto rischio sismico. Molti sono i terremoti che si verificano ogni anno, alcuni più altri meno intensi. L'intero territorio è suddiviso in 4 zone, che si differenziano per livello di intensità dei movimenti tellurici. L'area più a rischio è quella del centro Italia, colpita duramente in queste ore da un terremoto di magnitudo 6,5, meno soggette alle scosse sono invece le Regioni del nord. Negli ultimi 20 anni molti sono stati i sismi che hanno devastato il nostro territorio, ecco quali sono i 10 più forti:

Umbria/Marche – 30 ottobre 2016 – 6,5

L'Italia ha tremato alle 7:40, l'epicentro della scossa più forte degli ultimi 20 anni è stato ubicato tra Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, a 7 km da Castelsantangelo Sul Nera, 5 km da Norcia e 17 km da Arquata del Tronto.

L'Aquila – 6 aprile 2009 – 6,3

Il terremoto più grave che il XXI secolo italiano abbia vissuto. Alle ore 3:32 la scossa ha devastato L'Aquila e ha cancellato l'intero paesino di Onna. Centinaia le vittime e migliaia gli sfollati in tutta la zona.

Umbria/Marche – 26 settembre 1997 – 6,1

Dopo un anno di sciame sismico, il terremoto più forte colpì alle 2:33 e poi all 11:42. I movimenti tellurici nelle due regioni si placarono solo i giorni successivi e portarono alla morte di decine di persone mentre migliaia furono gli sfollati.

Centro Italia – 24 agosto 2016 – 6,0

Sono le 3:36 quando la scossa colpisce a 2 chilometri da Accumoli (Rieti) per raggiungere anche Amatrice (Rieti) rimasta completamente distrutta. Nella notte lo sciame sismico prosegue mentre i soccorsi intervengono sul posto nel tentativo di arginare i danni.

Finale Emilia (MO) – 20 maggio 2012 – 5,9

Alle 4:03 un violento terremoto sveglia l'Emilia Romagna, da Ferrara a Modena molti sono i paesi colpiti. Lo sciame sismico prosegue nelle ore successive e raggiunge addirittura la Svizzera, la Slovenia, la Croazia, l'Austria e la Germania.

Marche – Umbria – 26 ottobre 2016 – 5,9

Alle ore 21:18 del 26 ottobre 2016 tra Castelsantangelo sul Nera, sui Monti Sibillini, in provincia di Macerata, e a Ussita nelle Marche, a 6 chilometri di distanza, si è registrata una scossa di magnitudo 5,9.

Cosa fare in caso di terremoto

Molise Puglia – 31 ottobre 2002 – 5,8

Sono le 11:32 quando diverse scosse di terremoto della durata di 60 secondi colpiscono il Molise e la Puglia. In seguito all'evento sismico morirono 27 bambini e una maestra.

Medolla (MO) – 29 maggio 2012 – 5,6

Sono le 9:00 di mattina quando l'Emilia Romagna viene devastata da un forte terremoto il cui epicentro è tra Mirandole e Medolia, molte le vittime e i danni ai paesini.

Lipari – 26 ottobre 2006 – 5,6

Alle ore 16:45 il terremoto colpisce a largo di Stromboli, la scossa provoca un piccolo tsunami che colpisce le coste di Lipari.

Palermo – 6 settembre 2002 – 5,6

Ore 3:21, dal Mar Tirreno fino a Palermo il terremoto scosse la città e uccise, per infarto, due persone. Lo sciame sismico andò avanti fino a novembre.